Tempo di lettura: 2 Minuti

Parliamo di Emmy Awards

I cosiddetti Oscar della TV hanno incantato anche quest'anno. Vediamo com'è andata! Di Luca Ravizza Un'edizione decisamente sopra le righe, nuova e d

Netflix non solo streaming ma anche download, un sogno?
Gomorra: episodi 7 e 8
Baby, la serie che mi ha lasciato in hangover

I cosiddetti Oscar della TV hanno incantato anche quest’anno. Vediamo com’è andata!

Di Luca Ravizza

Un’edizione decisamente sopra le righe, nuova e divertente, ma soprattutto all’insegna del politicamente scorretto e della comicità: questi, sono stati gli Emmy Awards. Gran parte del merito, a parer mio, va al presentatore, Andy Samberg, il volto piu giovane del Saturday Night Live nonché frontman del simpaticissimo trio comico “The Lonely Island”. Con un monologo iniziale fantastico (in cui non ha esitato ad affrontare temi scomodi, come ad esempio la vicenda di Bill Cosby), e in generale con un ritmo sempre incalzante, l’host ha condotto una serata che ha portato una ventata di aria fresca.
A parte la solita incetta di premi del “Trono di Spade” (12 vinti su 24 nomination), che si continua ad imporre come una delle serie piu di successo della storia del piccolo schermo, ha fatto parlare di sé la vittoria delle due serie, targate rispettivamente HBO e Amazon: Veep, che si è aggiudicata la statuetta come miglior serie comica, e Transparent, che ha vinto il premio come miglior attore protagonista in una serie comica, andato al magistrale Jeffrey Tambor. L’una parla di una vice-presidente degli Stati Uniti completamente fuori controllo e incompetente, l’altra di un professore in età avanzata che decide di cambiare sesso. Direi che sono stati affrontati temi abbastanza scomodi, ma evidentemente con grande coraggio!
Oltre a loro, anche “Orange is the new black”, serie ambientata in un carcere femminile dai toni molto duri e di protesta, ha ricevuto il premio di miglior attrice non protagonista in una serie drammatica per l’ottima performance dell’ attrice Uzo Adubo.
Tirando le somme, questa 67esima edizione è stata molto positiva. Soprattutto perché hanno vinto i più amati dal pubblico, e non dalla critica, visto che quest’anno il sistema di votazioni era dal web (altra grande innovazione); soprattutto perché per tutta la serata si ha dato molta piu importanza alle risate e al divertimento, piu che ai monologhi e alle premiazioni; perché questa è l’era delle serie tv, che oramai a detta di tutti, stanno acquistando sempre piu importanza e qualità rispetto al passato, regalandoci prodotti pazzeschi e chiuse inimmaginabili!

Di Luca Ravizza

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0