Tempo di lettura: 3 Minuti

Non l’Ennesima mostra sull’arte contemporanea

Non l’Ennesima mostra sull’arte contemporanea

Da novembre apre Ennesima, mostra sita alla Triennale di Milano, curata da Vincenzo de Bellis. Di Guglielmo Filucchi Cinquant'anni di arte contemporan

Arte e natura nel cuore di Roma: Back To Nature nella Capitale!
La faccia giusta: la prossima star potresti essere tu!
Il liceo classico Dante di Firenze ha conservato per quasi un secolo 100 bobine dell’Istituto Luce

Da novembre apre Ennesima, mostra sita alla Triennale di Milano, curata da Vincenzo de Bellis.

Di Guglielmo Filucchi

Cinquant’anni di arte contemporanea in Italia in un’esposizione che partirà il 26 Novembre 2015 presso la Triennale di Milano, noto polo espositivo sito nel centro del capoluogo lombardo.“Ennesima.Una mostra di sette mostre sull’arte italiana”, questo il nome dell’evento artistico che non vuole essere una semplice mostra, bensì “una mostra di mostre”, che attraverso sette percorsi, catapulteranno lo spettatore in un’esplorazione dell’arte contemporanea in Italia, con più di 120 opere di oltre sessanta artisti, partendo dagli anni Sessanta, fino ad oggi. Sette, il numero dei progetti espositivi in cui si diramerà la mostra, che occuperà l’intero primo piano della Triennale, come il numero delle tele nella prima versione dell’opera da cui prende il nome, Ennesima (appunti per la descrizione di sette tele datate 1973), di Giulio Paolini. Ognuna di queste sezioni, autonome fra di loro, andranno a comporre una piattaforma che, tramite diversi formati come la mostra personale, l’installazione site­specific, la collettiva tematica e la collettiva cronologica, la collettiva su uno specifico movimento e la collettiva su un medium, ci permetterà di ripercorrere e rileggere l’arte italiana. Il percorso ha come punto di partenza la collettiva tematica, intitolata “Per la scrittura di un immagine”, la quale si dedica alla centralità dell’iconografia nella produzione artistica dagli anni Sessanta ad oggi. Come seconda meta troviamo la mostra collettiva su un movimento artistico denominata “L’immagine della scrittura : Gruppo 70, poesia visuale e ricerche verbo visive” e incentrata sulla poesia Visiva. Si continua poi con la prima mostra personale dell’artista in un’istituzione pubblica italiana: “Alessandro Pessoli: Sandrinus, Il tutto prima delle parti” ; alla quale segue, nel nodo centrale del percorso, la mostra collettiva su un medium: “La performance dal tempo sospeso: il tableau vivant tra realtà e rappresentazione”. Poi ancora ecco “L’archivio corale: l’Esperienza di Lazzaro Palazzi, dallo spazio autogestito Avanblob”, mostra che mira a rendere omaggio al gruppo di ex studenti di Luciano Fabbro, noto scultore e scrittore italiano. Il finale, è riservato a “2015: tempo presente, modo indefinito”, una mostra collettiva generazionale, focalizzata su una selezione di artisti nati tra gli anni Sessanta e Ottanta. Inoltre, l’allestimento sarà costellato di Interventi site­specific , intitolati Qui, ora e altrove: Site­specific e dintorni. In questo modo, Ennesima, non privilegia il singolo evento, bensì trova una duplice identità: ogni mostra potrà essere percepita come autonoma e sufficiente, ma anche facente parte di una pluralità che accomuna e lega tutti gli eventi , permettendo di creare una sorta di archivio, con il quale guardare sotto diverse prospettive, l’interezza della situazione storico­artistica dell’ultimo mezzo secolo dello Stivale. Saranno presenti inoltre integrazioni di carattere pubblico, come video screening performance, conferenze e talk, legati ai temi trattati e coinvolgendo critici di livello internazionale , case editrici e magazines.

Ecco l’elenco degli artisti partecipanti:

Vincenzo Accame, Vincenzo Agnetti, Alessandro Agudio, Mario Airò, Yuri Ancarani, Giorgio Andreotta Calò, Francesco Arena, Stefano Arienti, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Vanessa Beecroft, Alighiero Boetti, Monica Bonvicini, Lupo Borgonovo, Ugo Carrega, Elisabetta Catalano, Maurizio Cattelan, Giuseppe Chiari, Francesco Clemente, Roberto Cuoghi, Danilo Correale, Gino De Dominicis, Patrizio Di Massimo, Luciano Fabro, Lara Favaretto, Vincenzo Ferrari, Linda Fregni Nagler, Giuseppe Gabellone, Alberto Garutti, Francesco Gennari, Paolo Gioli, Massimo Grimaldi, Adelita Husni­Bey, Emilio Isgrò, JannisKounellis, Ketty La Rocca, Gruppo di via Lazzaro Palazzi (Mario Airò, Enzo Buonaguro, Matteo Donati, Stefano Dugnani, Giuseppina Mele, Chiyoko Miura, Liliana Moro, Andrea Rabbiosi, Bernhard Rüdiger, Antonello Ruggieri, Adriano Trovato, Francesco Voltolina), Marcello Maloberti, Lucia Marcucci, NicolaMartini, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Eugenio Miccini, Luca Monterastelli, Liliana Moro, MaurizioNannucci, Alek O., Martino Oberto, Luigi Ontani, Luciano Ori, Giulio Paolini, Pino Pascali, Diego Perrone, Alessandro Pessoli, Lamberto Pignotti, Vettor Pisani, Michelangelo Pistoletto, Paola Pivi, Luigi Presicce, Carol Rama, Pietro Roccasalva, Andrea Romano, Gianni Emilio Simonetti, Rudolf Stingel, Santo Tolone, Franco Vaccari, Francesco Vezzoli, Luca Vitone.

Di Guglielmo Filucchi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0