Tempo di lettura: 1 Minuti

Toulouse – Lautrec, una mostra bohème all’Ara Pacis

Toulouse – Lautrec, una mostra bohème all’Ara Pacis

Ospitati nel Museo dell'Ara Pacis i capolavori del pittore Henri de Toulouse Lautrec pronti a sorprendere la Capitale. Sono diversi i modi attraverso

Instagram, apice o capolinea della fotografia?
Cibo trasformato in street art: lo strumento per una protesta pacifica
Pagati per fare… nulla: borse di studio particolari all’università di Amburgo

Ospitati nel Museo dell’Ara Pacis i capolavori del pittore Henri de Toulouse Lautrec pronti a sorprendere la Capitale.

Sono diversi i modi attraverso cui si può compiere un viaggio nelle epoche remote, e ripercorrere passo dopo passo le orme di coloro che hanno lasciato un segno nella storia con le proprie ideologie, le proprie passioni e la propria poetica. Ma, pur essendo svariati, la cerchia si restringe quando ci riferiamo ad eventi in cui si può respirare l’atmosfera di un’ epoca storica, abbandonando per un attimo il presente e immergendosi in un passato bohème della Parigi di fine Ottocento.
Uno di questi è la mostra su Henri de Toulouse – Lautrec, giunta dal Museo di Belle Arti di Budapest al Museo dell’Ara Pacis di Roma, che permette di osservare da vicino le straordinarie opere del pittore parigino, attingendo alla vita dell’artista fino al 1900, poco prima della sua morte. È un percorso interattivo che promuove, non solo una raccolta di capolavori del pittore bohèmien, ma anche tecniche di stampa di fine Ottocento e una vasta produzione del manifesto pubblicitario. Nel dettaglio sarà possibile ammirare da vicino ben 170 litografie (in particolare ben otto affiches grandi e due cover degli album dell’attrice/cantante e scrittrice Yvette Guilbert), ma anche spartiti e locandine che offriranno nuovi punti di conoscenza del clima parigino di quegli anni.

Attraverso questa esposizione sarà possibile conoscere meglio, per chi sa poco di questo pittore, ma anche approfondire e scoprire, per gli appassionati di arte, nuovi dettagli della poetica artistica di Toulouse – Lautrec. La peculiarità della sua arte, rispetto ai suoi contemporanei, sta nel ritrarre la gente, il proletariato e i loro divertimenti, considerando il paesaggio come una cornice che rimane sullo sfondo, che avvolge i personaggi dipinti: “Non esiste che la figura, il paesaggio è nulla, non dovrebbe che essere un accessorio. Il paesaggio dovrebbe essere usato solo per rendere più intellegibile il carattere della figura” (Henri de Toulouse – Lautrec).

La sua più grande fonte di ispirazione è il quartiere Montmartre, dove riusciva a cogliere l’essenza della bohème parigina, attraverso una pittura ad olio molto fluida e all’interno di uno schema compositivo ben delineato. Dopo tutto le sue opere sono post-impressioniste e riprendono dall’impressionismo quelle linee particolarmente espressive, capaci di cogliere le emozioni profonde dei soggetti. Si tratta, tuttavia, di un’occasione unica che potrete cogliere senza spostarvi da Roma, semplicemente recandovi al Museo dell’Ara Pacis dove potrete gustare da vicino l’arte di Toulouse Lautrec e l’atmosfera della bohème parigina.

Se siete ancora indecisi riguardo all’andare o meno a vedere questa mostra, vi lasciamo qualche piccola informazione in più del percorso espositivo che si terrà nel Museo dell’ Ara Pacis fino all’8 Maggio 2016.

Luogo della mostra: Museo Ara Pacis, Roma

Data chiusura mostra: 8 Maggio 2016

Orari di apertura al pubblico: Tutti i giorni dalle 9,30 alle 19,30.

Prezzo biglietto: 11,00€ (ridotto 9 €).

Di Valeria Santarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0