Tempo di lettura: 2 Minuti

The Art of the Brick: “I sogni si realizzano.. un mattoncino alla volta!”

1 milione di mattoncini, più di 80 sculture e 1200mq di esposizione nel cuore della Capitale. Dichiarata dalla CNN una tra le 10 mostre da non perdere

Alla scoperta di Dacca: una capitale che ti toglie le energie. Vi spiego perché
Bucarest: le cinque cose da fare assolutamente nella Capitale romena
Outside Gallery: storia di due ragazze e del loro concept store

1 milione di mattoncini, più di 80 sculture e 1200mq di esposizione nel cuore della Capitale. Dichiarata dalla CNN una tra le 10 mostre da non perdere al mondo “The Art of the Brick” è finalmente a Roma e ci resterà fino al 14 febbraio 2016.

Ci sono concetti particolarmente difficili da definire, l’Arte senza dubbio è uno di questi. La disperata esigenza dell’uomo di catalogare, ordinare, schematizzare la realtà che lo circonda, spesso e volentieri lo allontana da ciò che è l’Arte stessa, portandolo verso una prigionia dell’emozione, una non-arte.
Pensate alle emozioni che provate davanti a un quadro, leggendo un libro, ascoltando una canzone che vi piace. Pensate a ciò che vi fa stare bene, ciò che vi fa piangere. Qualunque cosa sia in grado di suscitare in voi emozioni è degna di essere chiamata Arte.
Moderna, con una vena di Pop Art mista a un pizzico di Surrealismo, anche quella di Nathan Sawaya sebbene abbia suscitato un vero e proprio polverone, lo è.
Nato a Colville e cresciuto in Oregon, Nathan è sempre stato un bambino creativo con una grande passione per i LEGO.
Da grande sacrificò la sua propensione giovanile per la carriera universitaria e conseguì una laurea in Giurisprudenza. Solo dopo aver esercitato l’avvocatura per qualche anno trovò il coraggio di seguire la sua passione di sempre e si dedicò alla costruzione di statue fatte con i mattoncini LEGO.
Oggi Nathan possiede più di 4 milioni di mattoncini ed espone le sue costruzioni in tutto il mondo. La sua mostra dal titolo “The Art of the Brick” è stata dichiarata dalla CNN una tra le 10 mostre da non perdere al mondo e dopo aver attirato milioni di visitatori a New York, Los Angeles, Melbourne e Shanghai si trova finalmente a Roma dove resterà fino al 14 febbraio 2016. Al centro della mostra creatività, immaginazione e soprattutto gioco. I visitatori avranno infatti la possibilità di dare libero sfogo alla propria fantasia divertendosi con i mattoncini LEGO messi a disposizione del pubblico al termine del percorso. Un’attività culturale per tutte le età capace di elevare un semplice gioco allo stato dell’arte contemporanea. Tra le opere in esposizione (1 milione di mattoncini, più di 80 sculture e 1200mq di esposizione), oltre ad una numerosa serie di riproduzioni di famosi dipinti e opere d’arte, l’emblematica “Yellow”, una scultura a grandezza naturale di un uomo che si apre il petto e dalla cui cavità escono migliaia di mattoncini LEGO gialli come il Sole.
Senza dubbio una mostra itinerante che vale la pena di visitare #FacceCaso!

INFO E PRENOTAZIONI
Via Tirso, 14 00198 Roma
Call center 892.234 – 89.24.24
ORARI
Aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00
Il venerdì e il sabato dalle 10:00 alle 23:00
La domenica dalle 10:00 alle 21:00
(Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)
BIGLIETTI
Intero 15,50 euro
Ridotto (over 65, studenti 16-25 anni, disabili) 13,50 euro
Bambini dai 4 ai 13 anni 11,50 euro
Bambini under 4 ingresso gratuito

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0