Tempo di lettura: 3 Minuti

Prendete e accendetene tutti. Questo è l’Accendino del Popolo

Un'invenzione pronta a rivoluzionare le nostre pause-sigaretta: fumatori di tutta Roma, Italia e a breve del mondo intero, l’Accendino del Popolo è la

Flavour art: il volto “sano” del fumo
Parliamo di droga. Puntata 2: la marijuana
Gioventù bruciata?

Un’invenzione pronta a rivoluzionare le nostre pause-sigaretta: fumatori di tutta Roma, Italia e a breve del mondo intero, l’Accendino del Popolo è la risposta che fa per voi.

La sigaretta è un piacere solitario, da consumare fra sé e sé, e rimane tale anche quando si è in gruppo. C’è la sigaretta della pausa pranzo, veloce, frenetica. C’è la sigaretta fra le lenzuola, quella al ristorante, magari dopo il caffè. La sigaretta della rabbia, della noia, quella che ti fa meditare sul senso della vita e rende tutti un po’ più filosofi. E poi c’è lei. Quella sigaretta che senti l’irrefrenabile esigenza di accenderti per strada, in un locale, in giro per Roma. Apri il pacchetto, ne prendi una e tutto ad un tratto il dubbio ti assale. Dov’è l’accendino? A quanti di voi è mai capitato di farsi questa domanda almeno una volta nella vita? Fumatori di tutta Roma, Italia e a breve del mondo intero, l’Accendino del Popolo è la risposta che fa per voi.

C’è del genio dietro l’iniziativa ideata da A. misterioso personaggio che nell’ultimo mese ha incuriosito il popolo di Facebook spargendo per la Capitale una serie di istallazioni che mettono a disposizione del popolo un accendino per così dire “comunitario”.

Uno strano mash up tra V per Vendetta e Giovanni Muciaccia che con un tono da santone predicatore si rivolge ai suoi followers chiamandoli discepoli.

L’iniziativa sembrerebbe aver trovato enorme consenso da parte della comunità dei fumatori che, da bravi discepoli, sotto la guida del misterioso A. hanno iniziato a diffondere il verbo sui social. Utilizzando l’hashtag #accendinodelpopolo sarà infatti possibile condividere con gli altri la posizione dell’istallazione così da crearne una vera e propria mappatura.

In una società in cui prevale l’individualismo e la proprietà del singolo, un semplice accendino può risvegliare in ognuno di noi valori ormai disconosciuti come il senso di appartenenza e la condivisione, perché pur essendo uno strumento a cui istintivamente non diamo valore, che siamo abituati ad abbandonare ovunque, a perdere, a dimenticare e che simboleggia tutto quello che consideriamo di nostro esclusivo utilizzo, può essere messo a disposizione di tutti, così da ottimizzarne i benefici. Unirsi ad A. come ci tiene a sottolineare in uno dei suoi video non sarà facile: il cammino è lungo, le insidie sono tante, ma la causa è più grande.

Se troverete la forza di unirvi alla comunità e vi lascerete travolgere dal vortice dell’Accendino del Popolo, renderete felice un fumatore in più. Chi si nasconderà dietro il volto di Giovanni Muciaccia? Per i curiosi ecco qui il link della pagina: Accendino del Popolo #FacceCaso!

 

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0