Tempo di lettura: 3 Minuti

Ragazzi disabili senza assistenza

Le scuole di Ostia e Acilia nel caos, dal 29 Febbraio non garantiscono più assistenza agli alunni disabili. Una terribile prospettiva si apre per i 14

“Architetture sottili”, sedici progetti di giovani architetti
Sapienza: Francesco, cos’è il SOrT?
Connettiti alla scuola: stanziati 90 milioni per reti Wi-Fi potenziate

Le scuole di Ostia e Acilia nel caos, dal 29 Febbraio non garantiscono più assistenza agli alunni disabili.

Una terribile prospettiva si apre per i 1400 bambini disabili di Ostia e Acilia che dal 29 febbraio non hanno più assistenza nelle scuole da parte delle Assistenti Educative Culturali (Aec). Drammatica anche la reazione dei genitori dopo aver scoperto del bando scaduto: alcuni si sono già rivolti ai carabinieri, rifiutandosi di lasciare a scuola i propri figli senza assistenza. Il X municipio, è stato sciolto perché “legato ad esigenze criminali” ad Agosto 2015, a seguito dell’inchiesta di Mafia Capitale, ma i problemi circa l’assistenza scolastica ai disabili erano già cominciati due anni prima, quando nel 2014 fu esclusa da concorso l’Anfass Ostia, un’Associazione Nazionale di Persone e Famiglie di Disabilità Intellettiva o Relazionale Minori e Anziane.

Il ricorso dell’associazione è stato accolto anche dal Tar del Lazio, il quale ne ha dichiarato l’esclusione “ingiusta” e i bandi del 2014, “viziati e colmi di lacune” e riconosciuto all’Onlus un risarcimento di quasi 3 milioni di euro. Il concorso, vinto da Futura e Presenza Sociale, era già stato prorogato fino al 29 Febbraio, per poi scadere senza alcun avviso da parte dei siti istituzionali alle famiglie dei ragazzi disabili. Nonostante questo, gli uffici del Municipio X che si occupano del sociale, sono stati più volte sollecitati di dare attuazione alle disposizioni dei giudici del Tribunale Amministrativo. Ma ancora nessun risultato: alla mattina del 1 Marzo, i ragazzi disabili a scuola erano comunque senza assistenza.

Di Silvia Noli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0