Macabro pianeta social: a fine secolo Facebook avrà più iscritti morti che vivi

Macabro pianeta social: a fine secolo Facebook avrà più iscritti morti che vivi

La statistica horror è stata riportata da una ricerca dell’Università del Massachusetts. E i dati parlano chiaro: nel 2098 Facebook sarà il più grande

Anche Instagram ha introdotto l’orario di accesso
Tutto quello che devi sapere sul sonno
Mazzette all’università di Genova

La statistica horror è stata riportata da una ricerca dell’Università del Massachusetts. E i dati parlano chiaro: nel 2098 Facebook sarà il più grande cimitero al mondo.

Di Umberto Scifoni

Tanto inquietante che, vista la carenza di idee cinematografiche, qualche “genio” della pellicola sarebbe capace di farci un Social Thriller. Ma ancora non è un film, quindi riportiamo i fatti: anno 2098, Facebook, la nazione social più popolosa nel Web globale, la maggior parte degli utenti connessi? Già morti!
Inquietante vero? Lo afferma lo statistico Americano Hachem Saddiki, su una teoria elaborata su due punti chiave:

  1. Facebook si rifiuta di eliminare automaticamente gli utenti deceduti
  2. La crescita dei nuovi iscritti continuerà a rallentare,dai picchi degli ultimi anni a una inevitabile flessione

E così gli utenti presenti si troveranno a navigare in mezzo a milioni di profili “chiusi per morte”,ma teoricamente ancora visibili. In effetti basta notare come nel 2010 siano morti 386mila utenti, mentre quest’anno 970mila, il dato è inequivocabile.

Al momento l’unico modo per cancellarsi è farlo in qualsiasi momento, o che un altro effettui Log-in e lo faccia per la persona deceduta, anche se nell’ultimo anno è stata inserita l’opportunità di lasciare in eredità l’account. Quindi sarà il web presto il nuovo sarcofago virtuale? Tra qualche anno lo capiremo meglio…

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0