Tempo di lettura: 2 Minuti

Stefano Rho torna a scuola

Finisce in modo positivo la disavventura del professore di Bergamo, che era stato licenziato per una semplice bravata. Di Lorenzo Santucci Lo strano c

Un tocco d’estate a Bergamo: aperte le iscrizioni per la ‘Scuola estiva in ospedale’
Carcere e Università: a Bergamo seminario sulla rieducazione
Bergamo, il 2019 inizia col botto!

Finisce in modo positivo la disavventura del professore di Bergamo, che era stato licenziato per una semplice bravata.

Di Lorenzo Santucci

Lo strano caso del professor Stefano Rho è stato archiviato. Dopo essere stato licenziato, il giudice ha deciso per la sua reintegrazione all’interno del corpo docenti ed una totale retribuzione degli arretrati. Finalmente un po’ di giustizia. Ma partiamo dall’inizio: che aveva fatto questo professore per meritarsi il licenziamento? Ripercorriamo la vicenda. Era il 2005, precisamente il 15 agosto. Come ogni ferragosto che si rispetti, si sta con amici o parenti e ci si diverte, magari alzando anche un po’ il gomito. Dopo esser stati ad una serata di cabaret, il professor Rho ed un suo amico si accingono verso casa quando, magari non potendo trattenerla più, decidono di orinare su un cespuglio.

Si sa, a mali estremi estremi rimedi ed i due, non trovando di meglio, hanno deciso di agire in questo modo. Non proprio il massimo della civiltà, ma sicuramente neanche un reato così grave. Un agente dei carabinieri, avendoli notati, stilò un verbale con l’accaduto ed un anno dopo i due amici furono costretti ad andare dal giudice di pace, che oltre alla segnalazione, gli fece pagare anche 200 euro di multa. Ma non è finito qui. Oltre il danno, anche la beffa per il professore: avendo ottenuto il tanto agognato posto fisso, doveva dichiarare se avesse qualche reato passato, ma essendo la sua fedina penale immacolata (realmente) non dichiarò nulla. Il dirigente scolastico però si accorse di questo arretrato e decise di indagare. Ma in realtà, pagare una multa del genere è come pagarne una perchè si è commesso un’infrazione stradale, non va ad intaccare la fedina penale. Però la Corte dei Conti ha deciso di prestare maggiore attenzione alla vicenda ed intimò la scuola nel far licenziare il professore.

Ed eccoci qui. Il professor Rho ha ritrovato il suo posto di lavoro, dove aver scontato la pena di 40 ore di alfabetizzazione per minori stranieri. Ad accoglierlo c’erano alcuni studenti felici di riabbracciare il loro docente. Ad intervenire è stata anche Elena Bernardini, segretaria generale della Flc-Cgil di Bergamo, alla quale Rho è iscritto, facendo un appello alle istituzioni a prestare maggiore attenzione a questi casi, che sono moltissimi. A risponderle è stato Antonio Misiani, esponente del Pd, che sta seguendo con grande attenzione la vicenda: egli sostiene come dovrebbe uscire una nota, firmata Miur e Funzione Pubblica, che permetta l’integrazione della documentazione.

Quella stessa documentazione che anche i sindacati invitano a richiedere a chi ha dei dubbi: infatti è un documento gratuito che, seppur anonimo, riporta tutte le informazioni che la Pubblica amministrazione può acquisire.

Di Lorenzo Santucci

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0