Tempo di lettura: 3 Minuti

Guida rapida alla scelta dell’università. Dieci consigli e tante rassicurazioni

Guida rapida alla scelta dell’università. Dieci consigli e tante rassicurazioni

Il momento si avvicina, “l’inverno sta arrivando”, niente panico. Di Stefano Di Foggia Mancano solo pochi mesi prima dell’esame di maturità? Come sicu

Presidi, è emergenza: il sindacato minaccia nuove manifestazioni
Facebook lancia i ” principi per la privacy ”
DAD, ma non per tutti: è proprio l’apoteosi della discriminazione

Il momento si avvicina, “l’inverno sta arrivando”, niente panico.

Di Stefano Di Foggia

Mancano solo pochi mesi prima dell’esame di maturità? Come sicuramente già saprai, è giunto il momento di prendere il coraggio a due mani e scegliere il tuo percorso futuro. Alcuni sceglieranno di proseguire gli studi e di tuffarsi nell’avventura universitaria, ma non tutti hanno un’idea precisa sul da farsi. Ti senti sopraffatto da consigli ed opinioni di amici e parenti? Tranquillo, fa parte del gioco.
Per aiutarti nella scelta eccoti una piccola guida, che spero possa esserti utile. Puoi scegliere di considerarla “parola rivelata” o accantonarla insieme a tanti altri consigli inutili.
Purtroppo infatti la vita non è una scienza esatta ed anche in questo caso non esistono strumenti certi, ma non perderti d’animo, la risposta alla tua domanda già la conosci e comunque in fondo sarà il destino a decidere per te.

1- Γνῶθι σεαυτόν: Conosci te stesso
Sul tempio di Apollo a Delfi erano incise queste parole, “conosci te stesso”. La prima cosa da fare non è guardarsi intorno, ma guardarsi dentro.
Bisogna capire quali sono i propri interessi, le proprie passioni e le proprie ambizioni. Certo, se siamo qui a discuterne, è ovvio che l’analisi non è così immediata, ma anche se non hai un’idea ben definita prova ad individuare almeno l’ambito dei tuoi interessi e delle tue inclinazioni.
In questo ti possono aiutare saloni, open-day ed incontri formativi. Lasciati coinvolgere da questi eventi e vivili in modo aperto ed interessato, ma non usarli come alibi per rimandare la scelta.

2- Informati sugli esami del corso di laurea
È molto importante capire cosa ti aspetta in una facoltà o in un’altra. Per questo, è fondamentale soffermarsi sugli esami da fare. Non è possibile sapere con esattezza di che si tratta ma già “a naso” potresti capire che alcune materie proprio non fanno per te. Sul sito delle università si possono trovare i piani di studio di ciascuna facoltà. Se qualcosa non ti è chiaro puoi approfondirlo per conto tuo, su internet o frequentando le lezioni, oppure puoi provare parlarne con gli studenti che hanno già frequentato il corso.

3- Usa bene le informazioni ed i consigli
Questo è il momento in cui tutti ti fanno la fatidica domanda: “Hai già scelto cosa fare dopo?”, seguita da: “Secondo me dovresti…”. Poi ci sono volantini, email, lettere, gadget delle università. E ancora, incontri a scuola, test attitudinali, lezioni d’orientamento. Calma. Sono cose che possono tornare molto utili, ma un’indigestione di informazioni e consigli potrebbe bloccarti e farti rimandare la decisione a quando sarai certo di conoscere tutte opzioni. Non saprai mai tutto. Raccogli quanto puoi senza affannarti ed estrapola il necessario.

4- Non farti frenare dal liceo che hai frequentato
Enrico Fermi, fece il liceo classico e vinse il premio Nobel per la fisica. Carlo Emilio Gadda ha fatto studi scientifici, Primo Levi era laureato in chimica.
Non sono decisive le conoscenze preliminari che hai acquisito al liceo, ma la tua determinazione.

5- Controlla a quali ulteriori corsi ti da accesso quello scelto
Pensare a questo ancora prima di aver cominciato può sembrare esagerato, ma è importante guardare anche un po’ più in la. Informati riguardo a magistrali, master, dottorati, corsi di professionalizzazione e di perfezionamento che potrebbero interessarti e da quali corsi di laurea accedervi.

6- Scegli l’ateneo più adatto
Se un corso di laurea è offerto da più atenei, individua i pro ed i contro di ognuno. L’ateneo è un luogo importante per la formazione degli studenti: laboratori, biblioteche, spazi studio, aule, mense, possono davvero fare la differenza nel tuo percorso.

7- Informati sul mondo del lavoro
Non deve essere la tua prima preoccupazione, scegliere l’università in base agli sbocchi lavorativi può farti compiere errori grossolani. L’importante però è tentare di armonizzare i due mondi, proiettandosi nel futuro e dando spazio alle proprie ambizioni ed ai propri desideri in campo professionale.
Il mondo del lavoro cambia molto in fretta ma è utile capire quali sono le figure professionali più richieste.

8- Non dare troppo peso alle classifiche degli atenei
Esistono decine di classifiche, teorie e punteggi, calcolate sulla base di fattori più vari. Alcune possono sembrare utili ma quasi nessuna è affidabile al 100%, ogni dato infatti si può guardare da più punti di vista.

9- Essere studenti fuori sede non è una disgrazia ma nemmeno l’unica soluzione
La vita del fuorisede può essere molto accattivante per qualcuno e molto poco per qualcun altro. Il consiglio è di non dargli troppo peso. Questo aspetto da un lato potrebbe spingerti a partire senza un motivo preciso, dall’altro potrebbe frenarti. Importante è la scelta dell’ateneo, tenendo presente le infinite possibilità per fare esperienze all’estero o in altre università.

10- Non avere paura di cambiare idea
Dulcis in fundo, la regola principe. Si può sbagliare. Davvero, non succede niente! Se una mattina andando all’università ti accorgerai di aver sbagliato tutto, tranquillo. Con qualche pratica burocratica potrai cambiare facoltà e se l’università non fa per te avrai ancora una vita davanti!

In conclusione, buona fortuna ed ancora una volta tranquillo, l’ultima cosa che mi sento di dire con assoluta certezza è: quando tutti gli altri ti parlano risoluti e sicuri dei loro progetti e ti raccontano nei minimi dettagli le loro mille idee per il futuro, puoi essere certo di una cosa sola, stanno mentendo.

Di Stefano Di Foggia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0