Amante della natura? Arriva l’Erasmus in fattoria

C’è chi sogna la grande metropoli, e chi la campagna sterminata, con ettari da coltivare e da sfruttare; da oggi sarà possibile esaudire i desideri di

L’agricoltura in città: ecco l’ ”Università del contadino”
I Giovani della Coldiretti sognano di recuperare i terreni agricoli
Quando si dice: “gettare un seme per il futuro”

C’è chi sogna la grande metropoli, e chi la campagna sterminata, con ettari da coltivare e da sfruttare; da oggi sarà possibile esaudire i desideri di tutti gli studenti Erasmus con la collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori.

Di Carolina Saputo

Imprenditore grazie all’agricoltura, perché no! Potrebbe risultare un sogno piuttosto inconsueto per i giovani, che hanno in testa il mito delle grande aziende in centro città, vestiti eleganti, pc di ultima generazione, eppure sembra che ci sia più di qualcuno pronto a partire per le campagne, tanto da far avviare un nuovo e importante progetto alla Confederazione Italiana Agricoltori per indire un bando Erasmus che non capita di vedere tutti i giorni: da questo momento in poi. Infatti, è permesso agli agricoltori europei di domani di partecipare ad un periodo di formazione presso un’azienda agricola appartenente ad un paese Ue.

L’azienda in questione mette quindi a disposizione le proprie competenze personali attraverso un periodo di esperienza diretta (che può variare da 1 a 6 mesi) e prevede il costante supporto da parte degli imprenditori agricoli italiani permettendo allo “studente” Erasmus di affiancarlo nelle singole attività quotidiane in modo da far acquisire una conoscenza totale delle pratiche necessarie.

Partecipare come giovane agricoltore Erasmus è semplice: condizione necessaria (e sufficiente) è quella di aver già avviato la propria attività da meno di tre anni oppure avere in programma di avviarla a breve; in particolare, la Confederazione Italiana Agricoltori ha deciso di disporre ben 12 borse da destinare ai giovani e potenziali imprenditori e di 9 posti per imprenditori ospitanti disposti ad entrare nel programma.

Da oggi il tuo sogno di aprire un’azienda agricola non sembra più così lontano vero?

Di Carolina Saputo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0