Da Bologna a Riyadh andata e ritorno

Da Bologna a Riyadh andata e ritorno

L'università italiana e quella araba hanno siglato un accordo quinquennale. C’è un nuovo accordo sull’asse Italia – Arabia Saudita o meglio, Bologna –

A Cesena, il curioso caso del laureati che vanno a ruba
Lunga vita all’ università di Agrigento
Il numero chiuso arriva anche alle superiori

L’università italiana e quella araba hanno siglato un accordo quinquennale.

C’è un nuovo accordo sull’asse Italia – Arabia Saudita o meglio, Bologna – Riyadh. La mattina del 13 Aprile, quindi ieri mattina, il Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini, con al fianco il professore dAhmad Addous, delegato Unibo per i Paesi Arabi ed il prof. Nicolò Marchetti, ordinario di Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente antico, ha incontrato a Riyadh il Rettore Fawsan al-Fawsan dell’Università Islamica Al-Imam Muhammad Ibn Saud, con cui ha siglato un accordo di cinque anni per il finanziamento di ricerche e iniziative presso l’Alma Mater nell’ambito degli studi arabo-islamici. Approfittando del viaggio in Arabia, il Rettore Ubertini si richerà a visitare anche l’Università King Saud, con cui l’Unibo ha siglato un accordo nel 2014.

Diversi gli ambiti che faranno parte del piano: arte e letteratura, rapporti storici euro-islamici, la lingua araba, l’archeologia e la musica, il diritto e la filologia ma non solo. Grazie al progetto, sarà instaurato un proficuo dialogo sia culturale che interpersonale tra le due Università, con la partenza e l’arrivo di numerosi studenti, oltre che di vari professori e ricercatori intenzionati a studiare una cosa dall’una o dall’altra parte. Numerosi saranno i convegni cui si assisterà in accordo tra Bologna e Riyadh, così come la traduzione di libri dall’arabo all’italiano e dall’italiano all’arabo, oltre a numerosissime attività di formazione scientifica nell’ambito delle discipline arabo-islamiche che avverranno in Emilia.

Insomma, a Bologna c’è una nuova bella finestra che affaccia sull’Oriente.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0