Tempo di lettura: 3 Minuti

Gli studenti delle scuole di Torino “Alla ricerca della vita nell’Universo”

Gli studenti delle scuole di Torino “Alla ricerca della vita nell’Universo”

La BNL ha organizzato per il 2 e 3 maggio, presso l’Osservatorio Astrofisico, un laboratorio che guiderà i ragazzi alla scoperta di nuovi pianeti. Di

Sapienza: appuntamenti da lunedì 4 a domenica 10 febbraio
Discriminazione negli atenei: arriva il documento per contrastarla
“Vero o Falso”, Quality News e la crociata anti-fake news

La BNL ha organizzato per il 2 e 3 maggio, presso l’Osservatorio Astrofisico, un laboratorio che guiderà i ragazzi alla scoperta di nuovi pianeti.

Di Stefano Di Foggia

Al Festival della Cultura Creativa, per il terzo anno consecutivo, parteciperà anche BNL Gruppo Paribas, confermando il proprio impegno a favore della diffusione della cultura e la sua attenzione per le nuove generazioni. Il festival è promosso da varie banche, attraverso il coordinamento dell’ABI ed il tema di quest’anno è “Abitare sottosopra – Scoprire e sperimentare come si sta dentro i luoghi, l’arte e le emozioni”.

BNL ha deciso di organizzare una serie di laboratori intorno al tema “Abitare lo Spazio” ed ha ideato delle attività che facciano scoprire ai giovani partecipanti lo Spazio ed il Sistema Solare. Questa iniziativa si svolgerà a pochi giorni da uno degli eventi più attesi del 2016, il transito di Mercurio davanti al Sole, il 9 maggio.
In collaborazione con l’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) la Banca promuoverà in sette città italiane una serie di progetti per bambini e ragazzi dalla 4^ elementare alla 2^ media, che saranno coinvolti in diverse attività di gruppo.

A Torino, il 2 ed il 3 maggio, presso l’Osservatorio Astrofisico si svolgerà il laboratorio “Alla ricerca della vita nell’Universo” durante il quale gli studenti, come giovani astronomi, osserveranno il Sole dai telescopi ed avranno la possibilità di studiare, esaminare e toccare alcuni meteoriti.

Un’iniziativa lodevole da parte della Banca che ancora una volta si è spesa per stimolare la curiosità, la creatività e l’immaginazione dei ragazzi e per fornire loro gli strumenti di crescita migliori.

Di Stefano Di Foggia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0