Tempo di lettura: 1 Minuti

A Pavia gli studenti riceveranno 8 milioni come rimborso

La sentenza del Consiglio di Stato del 6 maggio è ormai storia. Per non aver rispettato la normativa sulla tassazione universitaria per il triennio 20

Scuola, le maestre diplomate fuori dalle graduatorie non si arrendono!!
Scuola, la sentenza del Consiglio di Stato fa le “prime vittime” in Puglia!
Consiglio di Stato: no ai corsi solo in inglese!

La sentenza del Consiglio di Stato del 6 maggio è ormai storia.

Per non aver rispettato la normativa sulla tassazione universitaria per il triennio 2010-2012, ossia il “vincolo del rapporto massimo del 20% tra il gettito della tassazione studentesca e quanto ricevuto dallo stato come Fondo di Finanziamento Ordinario”, l’università di Pavia sarà costretta a rimborsare ben 8 milioni di euro ai suoi studenti. A deciderlo, il Consiglio di Stato, che ha valutato come non regolare la spending rewieu del governo Monti, in riferimento alle tasse universitarie. Festeggia la vittoria Jacopo Dionisio, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari.

La sentenza del Consiglio di Stato risulta di fondamentale impatto politico,” dice Dionisio, “questa infatti determina, dal 2012 a oggi, una situazione di potenziale illegalità per la maggior parte degli atenei italiani, ovvero tutti quelli che, senza lo scorporo totale delle tasse pagate dagli studenti fuoricorso, non avrebbero rispettato il vincolo del rapporto massimo del 20% tra il gettito della tassazione studentesca e quanto ricevuto dallo stato come Fondo di Finanziamento Ordinario. Questo avviene perché, secondo la sentenza, lo scorporo della tassazione dei fuoricorso, deve essere effettuato secondo le modalità dettate da specifici decreti ministeriali, che dovrebbero conseguentemente essere recepiti dai regolamenti tasse di ogni ateneo.

Al contrario, tutto ciò a Pavia non pare sia stato rispettato e, continua Dionisio, “questi decreti ministeriali non sono mai stati emanati. Questo ci permetti di intervenire da un punto di vista legale, oltre che su Pavia, su un elevato numero di atenei, portandoli a risarcire gli studenti italiani per milioni e milioni di euro”.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0