Tempo di lettura: 2 Minuti

I personaggi inventati e dello schermo che comunicano veramente. Ma solo sui social.

I personaggi inventati e dello schermo che comunicano veramente. Ma solo sui social.

Il più recente caso è la contessa Valdirana, protagonista de “La pazza gioia”, ultimo film di Virzì, ma anche Frank Underwood e Arfio Marchini. Parlan

Ryanair, che combini? Cancellati 2000 voli
Il Tar dice no: niente Università Islamica a Lecce
Giovani scrittori scaldate le penne, torna “In 3 Parole”

Il più recente caso è la contessa Valdirana, protagonista de “La pazza gioia”, ultimo film di Virzì, ma anche Frank Underwood e Arfio Marchini. Parlano su Twitter e Facebook, ma ovviamente sono un’invenzione.

Contessa. Se siete brutti o poveri, non seguitemi!”. Recita così la presentazione dell’account Twitter di Beatrice Morandini Valdirana, personaggio interpretato da Valeria Bruni Tedeschi nel film “La pazza gioia” . Da qualche settimana dialoga con i suoi spettatori e sul social elargisce consigli medici (“Tesoro, ambisce a un disturbo di personalità multipla non da poco. Mi tenga aggiornata”), suggerimenti elettorali (direttamente dal Presidente), e aggiornamenti sulla classifica dei film. Il regista Paolo Virzì ha commentato divertito il grande seguito avuto, ammettendo di sapere chi probabilmente si cela dietro l’account.

Ma non si tratta dell’unico caso di personaggi che prendono “vita” sulle piattaforme digitali. In principio fu Frank Underwood, probabilmente il politico più amato su Twitter; si dice sia gestito dal Social editor della serie, ma non è ufficialmente collegato a Netflix. Si presta volentieri a commenti di politica internazionale, e la sua fama è arrivata fino agli esponenti governativi di molte nazioni, tanto da finire in un battibecco con il primo ministro francese Manuel Valls, riguardo la nuova riforma lavorativa, che ha retwittato una foto di Winston Churchill. In tutto ciò sembra davvero in campagna presidenziale, utilizzando alcuni degli slogan più famosi della serie. Qual è la presentazione della pagina? Ovvio: Democracy is so overrated.

Parlando di leader nostrani, come non citare la popolarissima pagina Facebook di Arfio Marchini, che personaggio inventato certo non è, ma il suo alter ego umoristico è molto più seguito dell’originale, sempre pronto alla battuta e alla satira politica. Un vero successo con uno slogan riutilizzato continuamente dai seguaci: Eleganza ti cerco, Roma ti amo.

La finzione si mischia con il virtuale, creando una macchina mediatica funzionante e accattivante, ora non ci resta che chiederci: quanti altri ne nasceranno?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0