Tempo di lettura: 1 Minuti

Terzo femminicidio in poche ore: a Pastrengo muore una maestra di 46 anni

Uccisa dall'ex-marito a coltellate. L’ennesima storia di mariti e compagni che non si rassegnano alla fine di una relazione. Un mostro di 53 anni ucci

C’è un problema: ci sono troppe insegnanti e troppi pochi insegnanti
Arrestata a Rimini la maestra che maltrattava gli alunni
Caserta: un genitore aggredisce l’insegnante. Ancora.

Uccisa dall’ex-marito a coltellate. L’ennesima storia di mariti e compagni che non si rassegnano alla fine di una relazione.

Un mostro di 53 anni uccide l’ex convivente a coltellate. Il terzo femminicidio in poche ore quello di Alessandra Maffezzolli, una maestra elementare di 46 anni a Pastrengo. L’omicidio è avvenuto ieri sera e i carabinieri sono stati chiamati verso le 21.00 da un vicino che aveva sentito le urla provenienti dalla casa. Quando sono arrivati non c’era più niente da fare. La donna era riversa a terra senza vita con un vaso spaccato in testa e le ferite del coltello da cucina ben in vista. Dopo essere stato rintracciato, Giuliano Falchetto, l’assassino, è stato portato in caserma ed ha confessato l’omicidio davanti al magistrato.

L’ennesima storia di mariti e compagni che non si rassegnano alla fine di una relazione.

“Le leggi da sole non bastano: ci sono secoli di sopraffazione e bisogna cambiare la mentalità degli uomini attraverso una grande azione culturale ed una mobilitazione. Fondamentale è il ruolo della scuola, che deve occuparsi dalla vita” dice la presidente della Camera Laura Boldrini a Rtl 102,5 ricordando gli interventi legislativi contro il femminicidio. Non esistono giustificazioni alla violenza, basta agli omicidi nelle mura domestiche. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0