Tempo di lettura: 3 Minuti

Berlusconi sarà operato al cuore

Berlusconi sarà operato al cuore

Il Cavaliere ha una insufficienza aortica e sarà, probabilmente, operato la prossima settimana. Berlusconi sarà operato. E questa, già di per sé, è un

TUTTOFOOD 2017: Milano World Food Exhibition
Elezioni a Marzo: come ci trattano i vari partiti? La scuola nella nuova campagna elettorale
Il film su Berlusconi di Sorrentino, primo trailer e news!

Il Cavaliere ha una insufficienza aortica e sarà, probabilmente, operato la prossima settimana.

Berlusconi sarà operato. E questa, già di per sé, è una notizia. Basterebbe chiudere qui. Ma vediamo come e perché. “Ha rischiato la vita” dice il suo medico, Alberto Zangrillo del San Raffaele di Milano. Il professore, già Primario dell’Unità Operativa di Terapia intensiva e Rianimazione generale del suddetto ospedale, ha ribadito ieri, 9 giugno, durante una conferenza stampa, che “gli accertamenti proseguiti fino a ieri hanno consentito di identificare in modo esatto e certo la patologia della valvola aortica del presidente Berlusconi che si chiama “insufficienza aortica”. Verosimilmente entro metà della settimana prossima sarà operato”. E sarà operato, aggiungiamo noi, dal primario di cardiochirurgia della stessa struttura, Ottavio Alfieri.

Ma cos’è l’insufficienza aortica? In parole povere, durante la fase di contrazione del cuore, chiamata sistole, il ventricolo sinistro spinge il sangue nell’aorta ascendente, primo tratto di questo grosso ed importante vaso. Ad evitare il reflusso, ossia il ritorno di sangue all’interno del ventricolo stesso, è proprio questa valvola a nido di rondine e, in caso di malfunzionamento della stessa, si genera un sovraccarico per il ventricolo che porta ad un rischio di ischemia (assenza di flusso sanguigno).

Sempre secondo Zangrillo, Berlusconi “ l’ha presa all’inizio non volendoci credere, un incidente di percorso abbastanza sgradevole. Poi l’ha presa con grande coraggio e determinazione. E’ un uomo che, esaurita la fase che è assolutamente necessaria di metabolizzazione del problema, non ha avuto il minimo dubbio e si è affidato in modo pieno alla nostra responsabilità”. Sui tempi di recupero, il professore parla di circa un mese, tempo che permetterà al Cavaliere di riprendersi totalmente e tornare a fare ciò che gli piace più fare.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0