Tempo di lettura: 3 Minuti

“Graduation Day” per i neolaureati di Siena

“Graduation Day” per i neolaureati di Siena

Tutti i giovani studenti uscenti dall’ateneo senese saranno premiati pubblicamente il 25 Giugno in Piazza San Francesco, con tanto di tòcco e pergamen

Quando neanche la malattia può fermare la voglia di istruzione: ecco la scuola per bambini ricoverati
Moda: un romano di 16 anni è il più giovane direttore creativo al mondo
Giovani , migranti e italiani

Tutti i giovani studenti uscenti dall’ateneo senese saranno premiati pubblicamente il 25 Giugno in Piazza San Francesco, con tanto di tòcco e pergamene. Bella storia!

Di Silvia Carletti

Manca poco all’evento più atteso dai ragazzi dell’Università di Siena. Per chi ha portato a termine gli studi nell’anno accademico 2014/2015 c’è una novità: si chiama “Graduation Day” ed è la cerimonia che per la prima volta quest’anno radunerà tutti i neolaureati e i dottori di ricerca per premiarli pubblicamente.

Il raduno avverrà il 25 Giugno a cielo aperto in una delle piazze principali della città, Piazza San Francesco, dove i ragazzi che hanno concluso il loro percorso effettueranno ufficialmente il passaggio dallo status di studente a quello superiore di “Alumno”. Già in 400 hanno aderito al programma, che prevede momenti di riflessione e dialogo alternati a divertimento e festeggiamenti. Infatti nell’arco della giornata si inseriranno incontri, lectio magistralis e dialoghi con gli ex studenti e i professori dell’ateneo sul tema della “connessione” e della condivisione fra studenti e alumni, come ha sottolineato Cinzia Angeli, presidentessa di uSiena Alumni. Un momento importante sia per chi ha già raggiunto il proprio traguardo, sia per chi sta lavorando per ottenerlo: uno degli obiettivi del Graduation Day è di stimolare gli studenti più giovani a seguire i passi dei loro “superiori”.

Ed è anche un invito a non abbandonare il mondo della ricerca e dell’Università e a perseverare nell’approfondimento delle proprie conoscenze, come ha detto il rettore Angelo Riccaboni: “Abbiamo voluto dare l’opportunità di evidenziare pubblicamente il valore dell’educazione universitaria. Sarà un momento di festa per i nostri laureati e le famiglie, ma anche un momento di riflessione nel quale emergerà il senso della comunità accademica come luogo di trasmissione di saperi e competenze”. A conclusione della giornata, una volta consegnati tòcco e pergamena ai ragazzi, i simboli accademici per eccellenza, avverrà il saluto personale al rettore e il lancio del cappello. Un’esperienza completamente nuova per i ragazzi, un pò “all’americana”, di quelle che si vedono nei college.

E la sera, via ai festeggiamenti con le molteplici iniziative degli studenti e la collaborazione di uRadio, la radio ufficiale dell’ateneo che si occuperà di musica e Dj Set.

Di Silvia Carletti

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0