Tempo di lettura: 1 Minuti

Emergenza senzatetto: l’università risponde

Emergenza senzatetto: l’università risponde

Nel campus della Cattolica di Roma, nasce la Villetta della Misericordia che ospiterà i clochard per dar loro una seconda opportunità con la vita. La

Studiare mediazione linguistica al Campus CIELS: l’intervista a tre studentesse
Tesi di laurea? No grazie!
Dilaga la fobia per i profughi: fermato uno studente

Nel campus della Cattolica di Roma, nasce la Villetta della Misericordia che ospiterà i clochard per dar loro una seconda opportunità con la vita.

La situazione di povertà in Italia è andata crescendo negli ultimi anni e ha provocato l’aumento del numero di senzatetto in ogni città dello Stivale. In modo particolare, nelle grandi metropoli questo fenomeno è particolarmente visibile e ha mobilità numerose associazioni per cercare una soluzione quanto più possibile efficace al fine, almeno, di permettere ai clochard di mangiare e avere coperte per la notte.

Proprio a Roma, la Capitale della bella Italia, è stata da poco inaugurata la Villetta della Misericordia, un luogo di accoglienza per coloro che non hanno una casa e che cercano riparo ogni giorno.

Dalla collaborazione tra la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli, l’Istituto di Studi Superiori Giuseppe Toniolo, la Comunità di Sant’Egidio e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma si è sviluppato questo grande progetto che darà alloggio a 20 persone, donne e uomini di ogni razza e religione che hanno bisogno di aiuto. Gli organizzatori hanno sottolineato che l’idea è nata da uno spunto dato da Papa Francesco nell’aprile di questo anno, quando aveva detto: “Sarebbe bello che ogni diocesi pensasse: cosa posso lasciare come ricordo vivente per questo Anno della Misericordia?“.

Così la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli ha dato un’occhiata ai possedimenti dell’Istituto Toniolo facendo caso che una struttura concessa in gestione all’Università del Sacro Cuore era dismessa da anni; in passato, veniva usata come asilo nido o come foresteria ma attualmente era del tutto inutilizzata e abbandonata. Dunque,

la ristrutturazione dell’edificio sito all’interno del campus della Cattolica ha permesso la nascita della villetta di ricovero per senzatetto,

che è stata dotata di arredi e attrezzature necessarie alla vita quotidiana grazie anche all’aiuto di benefattori privati.

Sarà la Comunità di Sant’Egidio a gestire il tutto, data la sua grande esperienza nell’affrontare situazioni difficili come quelle dei clochard; infatti, gli ospiti della struttura saranno seguiti tramite

un programma personale di una durata prestabilita in modo da essere reinseriti nella società e nel mondo del lavoro

nel miglior modo possibile. Inoltre, la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli si preoccuperà di pagare le spese e di assicurare a tutti la colazione e la cena ogni giorno.

Ogni ospite avrà la possibilità di ridisegnare la propria vita, grazie all’aiuto e alla sensibilità di tanti volontari e lavoratori che cercheranno di dare nuove ali a chi le ha perse. La speranza degli organizzatori è ora quella di replicare il progetto in tante altre zone laziali e, perché no, italiane.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0