Tempo di lettura: 2 Minuti

Giornata dello Specializzando in Neurologia

Alla quinta edizione l'evento dedicato ai giovani medici neurologi. Si è svolta il 14 giugno, a Milano, la “Giornata dello specializzando in Neurologi

Valore aggiunto e prove Invalsi: bocciato il Sud!
Tartaruga in acqua, sull’addome e pure al TG USA 2.0
CVCert: il Curriculum Vitae ha un nuovo volto

Alla quinta edizione l’evento dedicato ai giovani medici neurologi.

Si è svolta il 14 giugno, a Milano, la “Giornata dello specializzando in Neurologia”, un evento dedicato dall’università a tutti i giovani medici che studiano questa branca della medicina. La giornata, giunta ormai alla 5° edizione, è organizzata dalla Scuola di Specializzazione in Neurologia dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con le Scuole di Specializzazione di Pavia, Insubria, Milano Bicocca, Brescia, Università Vita-Salute San Raffaele e sponsorizzata da Teva Italia, azienda che si occupa di trattamenti per le aree del Sistema Nervoso Centrale.

Intervenuto all’evento il Prof. Giovanni Meola, direttore della Scuola di Specializzazione in Neurologia, si è espresso cosi:speriamo che a breve questo evento possa diventare parte integrante dei programmi di formazione universitaria. E’ importante che tutti gli specializzandi, a prescindere dall’anno di corso, possano presentare i propri lavori di ricerca, spesso fonte di ispirazione per tutti. Ogni tipo di indagine è bene accetta: sia quella cosiddetta di base, sia quella relativa ai diversi ambiti della Neurologia”. Nell’edizione di quest’anno, ciascuno specializzando ha potuto poi mostrare le proprie abilità, scegliendo personalmente la ricerca da intraprendere e, soprattutto, la struttura della stessa: se l’esposizione orale, se manifesti, se su programmi del pc, e argomentarla come meglio credeva. Tutto ciò servirà, secondo Meola, a “mettere a punto un approccio in grado di generare applicazioni diagnostiche e terapeutiche avanzate attraverso nuovi strumenti di indagine. Il metodo traslazionale è riconosciuto come il più moderno e attuale ai fini della formazione – sia pre-laurea, sia post-laurea – dei nuovi medici specialistici”.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0