Tempo di lettura: 1 Minuti

Stregati dalla Rete, nostri colleghi a Radio Kaos Italy!

Stregati dalla Rete, nostri colleghi a Radio Kaos Italy!

Forse non lo sai, ma tutti i giovedì, dalle 22 fino a mezzanotte, va in onda “Stregati dalla Rete” su Radio Kaos Italy! Vi parliamo di loro, oggi che

Fiorello su Instagram con una… radio!
Le news di FacceCaso feat. James Da Cruz
FacceCaso su RTL102.5 #VIARADIO: puntata del 07/07/2020

Forse non lo sai, ma tutti i giovedì, dalle 22 fino a mezzanotte, va in onda “Stregati dalla Rete” su Radio Kaos Italy! Vi parliamo di loro, oggi che per noi è l’ultima puntata della stagione!!!

Di Irene Tinero

Nel non lontano 2009 nasce Radio Kaos Italy: tanti volti giovani e brillantemente artistici che compongono questa radio, così come le trasmissioni proposte, tra cui

ci siamo anche noi di #FacceCaso, in onda tutti i lunedì e i giovedì dalle 18 alle 19!

In questo mix esplosivo e ben riuscito voglio parlarvi di SDR, “Stregati dalla Rete”, e dei loro speaker: Simone, Valerio, Davide e Rò.
La trasmissione si propone come “un contenitore di idiozie, una fabbrica di sorrisi, un bazar di Rock”: un vero antidoto alla tue brutte giornate!

Ad ispirare l’ironia dissacrante degli “Stregati” ci pensa Simone Maurovich, classe 1979: nel fargli la mia intervista mi sono beccata una comparazione con Marzullo, ma lui ci ha confessato la sua sindrome di eterno Peter Pan.

A qualcuno doveva pur toccare la parte del (finto) disfattista: in questo caso a calzarla è Valerio Savaiano, classe 1984, il giovanotto del gruppo.
Milioni di lavori nel suo curriculum, tanto che gli domando cosa ha da dire ad un giovane che si ritrova oggi nella sua stessa condizione: “fatevi la vostra strada e cultura, non prendete troppo seriamente l’università e non perdetevi dietro cose futili, ma approfittate degli innumerevoli vantaggi di questo periodo storico”, a suo dire “esaltante”.

Davide Calcabrina da bambino si registrava mentre lanciava i pezzi dei Queen, U2 e Gun’s Roses: sembra, tecnicamente parlando, il meno esperto, ma è sicuramente l’ago della bilancia, tra la folle ironia di Simone e l’agrodolce di Valerio.
Aiuta la bionda Rò nel reperire materiale utile per ogni puntata, per le rubriche e la comunicazione sui social.

Rò è l’unica donna in mezzo a soli uomini, “bestie immonde e senza cuore”: si occupa della parte “scritta” del lavoro e ci rivela pertanto che non c’è un vero criterio alla base, ma che fondamentalmente si lasciano ispirare dai dissacranti contenuti del web.

Ogni stazione radio che si rispetti si affida all’oroscopo prima o poi: il Cuccometro sfata questo mito tutto italiano, classificandosi come “la cosa più noiosa, ripetitiva e mal scritta che l’umanità abbia concepito” (cit. Savaiano).
Il problema è che il solo ad apprezzarlo è Simone, per cui rappresenta “un pezzo di cuore” e aggiunge di sentirsi incompreso come Paolo Fox.

Sono autori di molte e divertenti rubriche: “Epic Fail”; “Medicina bella pe te”, in cui deridono le più assurde scoperte scientifiche; “Amici mai”, sul moderno mondo della Friendzone; spesso si collegano con la Regina d’Inghilterra; la più impegnativa secondo Rò è “Viaggio nel tempo”, in cui si analizzano notizie culturali e sociali, in un periodo che va dagli anni ’50 ad oggi.
A mio avviso però la più interessante è quella che vede protagonista Don Cicerchia e la Professoressa Bagnalasta, due prototipi della società molto vivi: il primo è un prete che, nel tentativo di diffondere la visione ecclesiastica, finisce per diventare più dissacrante degli altri; lei è invece una professoressa universitaria, un perfetto capro espiatorio per demistificare i bizzarri studi su coppie e non solo.

Insomma, una trasmissione tutta da ridere: #staytuned on Radio Kaos Italy, il lunedì con noi di #FacceCaso, e il giovedì non perdere SDR!

Di Irene Tinero

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0