Tempo di lettura: 3 Minuti

Scadenze modalità on

Scadenze modalità on

Come se non bastassero i 40 gradi fuori, questi giorni si fanno piuttosto roventi per chiunque sia desideroso di intraprendere il cammino universitari

Influenza vs Covid, scontro tra titani al TG USA 2.0

In attesa del quizzone, come trascorreranno il weekend i maturandi?
Tutte le novità della Legge 107

Come se non bastassero i 40 gradi fuori, questi giorni si fanno piuttosto roventi per chiunque sia desideroso di intraprendere il cammino universitario o speri di ottenere un posto fisso nel pubblico.

Le lancette stanno scoccando per molti test di ammissione all’università e importanti concorsi in ambito medico-sanitario: proprio oggi è l’ultimo giorno per accedere, o almeno tentare, al test di Medicina.

Avevamo parlato tempo fa del maxi taglio di 800 posti al suddetto test d’ingresso: per far fronte a questo stato di cose e al calo di immatricolazioni italiano, il Miur ha deciso di stabilire 69 posti per i futuri medici presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università di Foggia!

Dalle 15 in poi non sarà più possibile iscriversi e per tutti gli amanti dell’ultimo secondo è ancora possibile visualizzare le modalità di iscrizione sul sito di Universitaly: mi raccomando, non dimenticate di pagare un bollettino del costo medio di 50 euro, utile a confermare la prima iscrizione, e di presentarvi al test i primi di settembre!

Tenete sempre sotto controllo il bando del Miur per Medicina e quello dell’ateneo prescelto.

Oggi scade il tempo anche per Odontoiatria, Architettura e Professioni Sanitarie, in tutti gli atenei pubblici del Paese.

Per quanto riguarda invece i prossimi “strizzacervelli”, apre a candidature e iscrizioni il San Raffaele di Milano, che fissa come date disponibili oggi e il 25 settembre.

E’ iniziato ieri e durerà fino al 28 luglio, a Bari presso la Fiera del Levante, quello che è stato definito “il concorsone”, aperto a quanti vogliano diventare infermieri: 3 prove da affrontare,16 mila gli iscritti per 119 posti fissi, tra cui speriamo non ci sia alcun Checco Zalone!

Oltre ai 119 più bravi che si assicureranno un posto a tempo indeterminato, il concorso servirà a stilare una graduatoria finale di merito riservata a coloro i quali risulteranno idonei.” Gradualmente le persone che rimarranno fuori, si spera vengano inseriti nell’Asl di Bari o in altre aziende sanitarie pugliesi. C’è speranza per tutti!

Peccato solo che, grazie a Mister Renzi, tale classifica di idonei avrà validità 3 anni, come se la preparazione avesse una scadenza, dopo i quali “altro giro, altra corsa”: d’altronde c’è la crisi, da qualche parte dovremo riempire le casse!

Michele Emiliano, Presidente regione Puglia, ha presentato con grande orgoglio questo concorso: la Puglia, senza poche difficoltà, sta cercando di rinascere un po’ alla volta.

Non ci sarebbero ceneri da cui risorgere, se solo le cose venissero fatte con criterio e rispetto del genere umano.

Di Irene Tinero

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0