Tempo di lettura: 1 Minuti

Il barcone che sbarca a Gallipoli mentre tutti ballano

Il barcone che sbarca a Gallipoli mentre tutti ballano

È successo in Puglia pochi giorni fa, sotto lo sguardo attonito di pescatori e giovani. Ecco, diciamo che sei a Gallipoli con i tuoi amici. Sono le 5

L’Università di Palermo dice sì a Cham, richiedente asilo scappato dal Camerun
L’aiuto dell’Italia agli immigrati sui “barconi”
L’Università dei rifugiati

È successo in Puglia pochi giorni fa, sotto lo sguardo attonito di pescatori e giovani.

Ecco, diciamo che sei a Gallipoli con i tuoi amici. Sono le 5 del mattino e stai ballando da quasi 6 ore, possibilmente ubriaco. Insomma, ti giri verso la spiaggia, perché inspirare l’aria marina è l’unica cosa che ti tiene in vita, ed eccolo li. Anzi, eccoli li. 54 uomini di chiare origini africane che sbarcano da un barcone malmesso sulla costa italiana. Forse le birre ti hanno dato alla testa? No, a quanto pare è tutto vero.

È accaduto, infatti, proprio giovedì che, intorno alle 5 del mattino, dei pescatori avvistassero dei profughi sulle coste della Puglia. Lo sbarco stava avvenendo in quel di Baia Verde, località rinomata per l’alta densità di discoteche e, quindi, di giovani intenti a ballare e a divertirsi. I pescatori locali hanno subito chiamato la polizia che ha avvertito la guardia costiera, con il conseguente subitaneo arrivo di motovedette che hanno scortato i 54 uomini appena sbarcati.

Beh, che dire, forse a volte è la birra, forse a volte è invece la realtà che la supera di gran lunga.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0