Tempo di lettura: 1 Minuti

Le rivelazioni del Terremoto: polistirolo nei muri della scuola crollata

Le rivelazioni del Terremoto: polistirolo nei muri della scuola crollata

Terribile scoperta messa alla luce dalla scossa che ha sconvolto l'Italia. Non si fanno così le cose. Una tragedia nella tragedia. Dopotutto, i terrem

Giornata di lutto nazionale: l’Italia in silenzio
La procura di Rieti non perde tempo: sequestrata la scuola di Amatrice
La Scuola sotto le macerie

Terribile scoperta messa alla luce dalla scossa che ha sconvolto l’Italia. Non si fanno così le cose.

Una tragedia nella tragedia. Dopotutto, i terremoti spesso rivelano la parte peggiore di un Paese. Architettonicamente parlando, s’intende: anche perchè tra iniziative ed interventi diretti tutta Italia pare aver dato una mano in qualche modo.

A tenere alto il malumore generale è il crollo della scuola elementare Capranica di Amatrice: era stata restaurata nel 2012 proprio per poter resistere ad un eventuale sisma e per la sua messa a punto erano stati spesi 500mila Euro. Ben spesi eh… Immediato, il polverone di polemiche e l’avvio di un’indagine approfondita della procura di Rieti. Ma non è finita qui.

A far girare ad elica l’umore (sì, meglio che scrivo “umore”) dell’opinione pubblica, sono le immagini catturate dal TG1: dalle riprese, emerge chiaramente che nei muri crollati erano state inserite intere lastre di polistirolo.

 

Polistirolo: sì, è quello dei pacchi regalo che a Natale, da piccolo, adoravi spaccare in milioni di pezzi così da rendere felice mamma. Ecco, immagina questo materiale inserito in un muro portante di una scuola dove magari poteva esserci tuo fratello. Sdegno, è già un altro termine riduttivo.

Da rivedere, anche le parole di Gianfranco Truffarelli, il titolare della società (“Edilqualità”) che nel 2012 si era occupata dei lavori alla scuola: “Non mi hanno detto di fare l’adeguamento sismico dell’istituto. Mi sono solo occupato di fare il miglioramento, che è una cosa ben diversa. E la parte in cui siamo intervenuti effettivamente non è caduta, almeno nel periodo delle prime scosse. Ma il Sindaco di Amatrice dovrebbe saperlo”.

Va beh dai, mentre i “grandi” continuano a bisticciare tra loro, fortunatamente qualcuno scende sulle strade e salva vite. Mettetevi una mano sulla coscienza, FateceCaso.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0