Tempo di lettura: 3 Minuti

Perugia sconta gli studenti

Perugia sconta gli studenti

Un accordo tra comuni e università garantisce una rete di agevolazioni per gli studenti umbri. La Carta Giovani sarà supportata da un'app mobile. È st

Se i “grandi” ci assumono ricevono un bonus, #FacceCaso
Immigrazione e Coronavirus negli US: il dramma dei laureati senza cittadinanza
Un caso di lauree false dalla Spagna

Un accordo tra comuni e università garantisce una rete di agevolazioni per gli studenti umbri. La Carta Giovani sarà supportata da un’app mobile.

È stato firmato stamattina un accordo tra comuni umbri e Università di Perugia per garantire agevolazioni e sconti per gli studenti. I ragazzi iscritti a Unipg già usufruiscono da una decina d’anni della Perugia Carta Giovani grazie alla quale possono avere riduzioni monetarie in alcuni esercizi commerciali e in altre attrazioni di vario genere (tra cui le palestre). Il servizio di cui si è discusso qualche ora fa nella sede del Rettorato universitario è UNIFACILE-SHOPPING, ad uso esclusivo degli studenti dell’Ateneo perugino; da oggi, quest’ultimo sarà unito alla Carta Giovani di Perugia, Torgiano e Corciano per creare un ampio territorio aperto ai ragazzi.

Il presidente della Camera di Commercio Mencaroni ha detto: “È un fatto di civiltà. Se vogliamo che Perugia sia attrattiva dobbiamo offrire servizi. Iniziative come questa sono strategiche per l’appetibilità dei territori, per la loro economia e per la cultura“. Infatti, agevolare la fruizione di tutto il territorio e di ciò che offre è una grande arma per far diventare vitale qualsiasi città; i ragazzi, in questo discorso, sono i tasselli fondamentali per il lancio delle novità e l’inserimento in un futuro più florido. Diamolo per scontato, così si chiama l’accordo firmato, ha dunque lo scopo di integrare quanti più benefici possibile a favore degli studenti perugini.

Per garantire l’efficienza di questo strumento, sarà attivata un’app mobile per il riconoscimento computerizzato degli aventi diritto agli sconti nei vari esercizi commerciali. Tutti i ragazzi dovranno presentare i titoli agli esercenti e, dal canto loro, i negozi dovranno dotarsi di lettore QRcode e del software apposito fornito dall’Università di Perugia. Gli iscritti a questo programma, inoltre, saranno registrati nel database del comune di appartenenza per facilitare le procedure di riconoscimento e per assicurare che tutto si svolga nel migliore dei modi.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0