Tempo di lettura: 1 Minuti

Un hacker riesce ad avere internet gratis sul telefono

Un hacker riesce ad avere internet gratis sul telefono

Jacob Ajit, 17 anni ha scoperto un modo per ottenere internet sul suo smartphone. Scopriamo come sia possibile. Quanto uso fate di internet sul vostro

Clonare carte di credito? Ecco l’app di Android che ci protegge
Anonymous ha violato la scuola
HouseParty ruba i dati? Migliaia di iscritti eliminano l’applicazione

Jacob Ajit, 17 anni ha scoperto un modo per ottenere internet sul suo smartphone. Scopriamo come sia possibile.

Quanto uso fate di internet sul vostro cellulare? Neanche voi lo sapete, fino a che l’operatore telefonico non vi comunica che il traffico dati disponibile è terminato.
A prescindere da quanti Giga abbiate, prima o poi termineranno e allora cosa fare? Se ci fosse un modo per avere sempre navigazione libera, senza limiti, non la vorreste avere?

Ad una cosa del genere ha pensato il giovane Jacob Ajit, che ha riferito ciò alla redazione di Vice: “Onestamente, l’ho fatto solo per curiosità, volevo capire un po’ come sono configurate queste reti, probabilmente, T-Mobile rimedierà presto al problema, ma nel frattempo ho pensato di condividere i miei risultati con il resto della comunità.”

Lo studente ha scoperto il “furto” trafficando con un telefono senza contratto connesso a T-Mobile:

poteva connettersi alla rete, ma reindirizzato sul portale della compagnia che chiedeva di rinnovare il piano tariffario. Nonostante questo l’ applicazione per testare Internet funzionava ancora.

Ajit si è reso conto di poter aprire i contenuti multimediali di qualsiasi cartella “/speedtest,”, in quanto connesse al controllo/test di internet: “Proprio così, avevo il traffico dati su tutta la rete di T-Mobile senza pagare o avere un contratto”, ha scritto Ajit su Medium. “Solo il mio telefono connesso alla rete, senza nessun vincolo artificiale.”

Il giochino è andato avanti parecchio, l’occasione del resto era troppo ghiotta, e comunque il ragazzo ha detto di voler scegliere informatica all’università. Guarda un po’ che coincidenza…

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0