Tempo di lettura: 3 Minuti

Facebook apre alla medicina con tecnologia e intelligenza  artificiale

Facebook apre alla medicina con tecnologia e intelligenza artificiale

A Menlo Park sembrano sempre più interessati ad aprirsi le porte di ogni settore tecnologico e scientifico, ecco infatti l’idea di investire nel campo

#NoPanic: online le commissioni della Maturità 2017
Anatomia, a Torino i cadaveri sono…olandesi
Bremerstraße 23: cronache di un Erasmus a Kiel – L’intervista

A Menlo Park sembrano sempre più interessati ad aprirsi le porte di ogni settore tecnologico e scientifico, ecco infatti l’idea di investire nel campo medico.

Tre miliardi di investimenti nei prossimi tre anni, nel momento in cui Microsoft annuncia di voler eliminare il cancro come se fosse un virus informatico.

Zuckerberg e consorte hanno deciso di aiutare economicamente scienziati e ricercatori a sviluppare nuovi strumenti per la lotta alle patologie più diffuse,

quali infarto, cancro, infezioni e disturbi neurologici: “Saremo in grado di curare, prevenire o gestire ogni tipo di malattia entro la fine del secolo?” la domanda che Mark Zuckerberg ha rivolto alla platea dell’Università della California, un modo per lanciare gli intenti della sua ultima iniziativa.

Il suo progetto intende coinvolgere ogni tipo di nuova tecnologia: “In tutta la storia della scienza, la maggior parte delle rivoluzioni sono state precedute da nuovi strumenti e tecnologie che permettevano di guardare le cose da una nuova prospettiva. Il telescopio ci ha aiutato a comprendere l’astronomia e l’universo, il microscopio ci ha fatto scoprire le cellule e i batteri e quindi sviluppare trattamenti per le malattie infettive, mentre la mappatura del dna ha contribuito alla lotta contro il cancro”.

Una tecnologia quindi posta al servizio della scienza, con algoritmi di apprendimento per l’analisi di genomi tumorali e chip per i flussi sanguigni.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0