Tempo di lettura: 3 Minuti

Google ha i suoi nuovi smartphone: Pixel e Pixel XL.

I due nuovi prodotti, in procinto di affacciarsi sul mercato, per errore sono stati pubblicati da un rivenditore in anticipo. Ma di cosa si tratta? Go

L’app antiproduttività: ToDon’t
La cancellazione di House of Cards, spiegata bene
Pikachu ed Hello Kitty ambasciatori giapponesi!

I due nuovi prodotti, in procinto di affacciarsi sul mercato, per errore sono stati pubblicati da un rivenditore in anticipo. Ma di cosa si tratta?

Google ha pronte due novità, una sfida in un settore sempre più intasato dalla concorrenza e da prodotti a basso costo.
Pixel e Pixel XL sono i due nuovi cellulari di Mountain View, già vittime di un errore di marketing, in quanto due rivenditori in Canada e Regno Unito hanno pubblicato con un giorno d’anticipo due pagine contenenti dettagli dei dispositivi.

Ma tornando a loro, i protagonisti Google, proprio oggi vengono presentati dalla casa madre; quali caratteristiche aspettarci quindi? Sicuramente le nuove App Duo e Allo, chiamate vocali e messaggistica, un assistente in stile Siri e Cortana e una fotocamera capace di catturare immagini decenti anche con poca luce.
Ma ancora uno stoccaggio illimitato in cloud di foto e video, ricarica rapida della batteria tramite porta USB-C e funzionalità avanzate di risparmio energetico, infine una vasta gamma di cover personalizzate come quelle dei Nexus.

Capitolo tecnico: processore Qualcomm Snapdragon 821, 4 GB di RAM e 32 o 128 GB di memoria interna. Le fotocamere saranno da 12 e 8 megapixel, a seconda del modello base o XL, mentre i display AMOLED misureranno 5 e 5,5 pollici di diagonale con risoluzione rispettivamente di 1920 x 1080 e 2560 x 1440 pixel. Le batterie cambiano di nuovo per 2770 e 3450 mAh, mentre lo slot di espansione memoria non è ancora sicuro.

Ma domandona finale: il prezzo? Qui ancora tutto tace, finchè oggi non verrà svelato ogni arcano, ma dato che i Nexus si sono sempre distinti per un costo meno proibitivo rispetto alla concorrenza, si potrebbe ipotizzare la stessa cosa per questi. Di fronte a ogni dubbio non ci resta che aspettare la pubblicazione!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0