Tempo di lettura: 3 Minuti

Niente più Samsung Galaxy Note 7: troppe cose che non vanno!

Dopo che altri modelli sono bruciati o esplosi la decisione finale dell’azienda sudcoreana: stop alla produzione e sostituzione per i proprietari con

E voi non la vorreste Angelina Jolie come docente?
Asse LUISS-Confindustria-Asstel per aiutare i ragazzi delle lauree triennali
Da Milano a tutto il mondo: i giovani che spaccano all’estero

Dopo che altri modelli sono bruciati o esplosi la decisione finale dell’azienda sudcoreana: stop alla produzione e sostituzione per i proprietari con Samsung Galaxy S7. Un brutto guaio senza precedenti nella storia.

Non è finita benissimo eh. Che poi a far proprio gli spiritosi di battute non ne mancherebbero, ma forse ora è meglio star zitti, perché tra clienti e venditori a soffrire sono in molti. Sto parlando ovviamente del Note 7, che ha avuto un successo davvero di fuoco, nel senso che va letteralmente in fiamme.

Il più grande produttore di cellulari al mondo aveva messo in vendita verso fine Agosto il nuovo modello della fortunata serie Note, ma ad inizio settembre i primi problemi: la batteria ha qualche qualcosa che non va, e diversi modelli esplodevano o andavano in fiamme. Il danno, chiaramente enorme, per non parlare della pericolosità per chi ne fosse proprietario.

All’inizio quindi il ritiro dei prodotti giudicati difettosi, poi un comunicato a dir poco vago e la prosecuzione delle vendite, arrivate a 2,5 milioni, non male visti i problemi immediatamente sorti.

Qualcosa però ha continuato ad andare male, come un Note sostitutivo bruciato a bordo di un aereo, che ha portato l’evacuazione nell’aeroporto del Kentucky. Sempre in America un altro smartphone dato in sostituzione ha cominciato a produrre fumo di notte, portando il proprietario ad un ricovero per bronchite. Dopo problemi del genere quindi la scelta definitiva, stop alla produzione e sostituzione con altro modello.

La produzione bloccata, le vendite sospese e un danno d’immagine di notevoli dimensioni, perché adesso non basterà certo cambiare i dispositivi con un Galaxy S7 per recuperare fiducia nei consumatori.

Chi potrà comprare ancora un cellulare Samsung pensando ai rischi che sono stati fatti correre?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0