Tempo di lettura: 2 Minuti

Terremoto a Roma: oggi le scuole rimangono chiuse

La sindaca Virginia Raggi al termine del vertice in Campidoglio di ieri, ha deciso di chiudere le scuole per facilitarne i controlli. #FacceCaso. Oggi

La Moda del Caso: Christmas Jumper
I consigli per capire se il tuo coinquilino è psicopatico
Capodanno del fuorisede: cronache di chi è lontano da casa

La sindaca Virginia Raggi al termine del vertice in Campidoglio di ieri, ha deciso di chiudere le scuole per facilitarne i controlli. #FacceCaso.

Oggi scuole chiuse per tutti.

A deciderlo è stata la sindaca di Roma Virginia Raggi che, viste le scosse di ieri, ha deciso di tutelare gli studenti e soprattutto di permettere ai tecnici di mettere in sicurezza le strutture che hanno subito danni.

“In via meramente cautelativa questa amministrazione intende chiudere le scuole domani, in modo tale che i tecnici e i responsabili della sicurezza possano andare ad effettuare tutte le verifiche, per vedere e valutare, se il terremoto ha comportato lesioni o comunque danni gravi”.

Sono state rilevate lesioni sulla cupola del Borromini di Sant’Ivo alla Sapienza di Roma. Anche la chiesa, esempio di arte barocca, rimarrà chiusa a seguito delle crepe riscontrate dal personale della Soprintendenza. Piccola crepa anche nell’intonaco di un muro del Campidoglio.  

Dopo le forti scosse del sisma che ha scosso il centro Italia, ieri mattina a palazzo Senatorio si è tenuto un vertice per decidere il da farsi nei prossimi giorni. Il punto della situazione è stato reso pubblico dalla stessa sindaca con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook.

“Presenti il SIMU, la Polizia Locale, abbiamo sentito la Protezione Civile. Ovviamente gli effetti della forte scossa di terremoto che si è verificata questa mattina, a Roma non hanno prodotto danni gravi” ha tranquillizzato la sindaca.
“Tuttavia sono arrivate numerose segnalazioni, la Polizia locale, i vigili del fuoco la commissione stabili pericolanti sono andate ovunque a verificare e mettere in sicurezza o transennare eventuali zone critiche. Nel frattempo la tangenziale è stata prima chiusa poi è stata riaperta, salvo un ultimo tratto che va dal Verano a San Giovanni, in direzione San Giovanni, per ulteriori verifiche. La metro questa mattina è stata chiusa. La linea A e la linea B sono state completamente riaperte”.

Molte scuole comunque sarebbero rimaste chiuse per il ponte del 1 novembre. Quelle che non avevano in programma i due giorni di vacanza, resteranno chiuse per ulteriori ispezioni.
“Allo stesso tempo voglio mandare un segnale di solidarietà alle popolazioni che in queste ultime ore anno visto e hanno subito gli effetti di questo fortissimo sisma. Popolazioni che in gran parte erano già state colpite dai due precedenti. Siamo molto vicini”.

Il terremoto ha scosso proprio tutto e tutti, #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0