Tempo di lettura: 3 Minuti

L’Università di Bologna riporta alla luce le tavolette d’argilla di Sargon II

L’Università di Bologna riporta alla luce le tavolette d’argilla di Sargon II

La missione era stata avviata nel 2011. Si conclude conun lieto fine l’impresa dell’ateneo italiano. #FacceCaso. Grande soddisfazione per l’Università

Classifiche universitarie: 1° Harvard!
C’è chi studia e c’è chi scava
Gregorio d’Agrigento 2018, la borsa di studio per le tesi sulla Valle dei Templi

La missione era stata avviata nel 2011. Si conclude conun lieto fine l’impresa dell’ateneo italiano. #FacceCaso.

Grande soddisfazione per l’Università di Bologna. La missione archeologica italo-turca indetta dall’Ateneo, ha riportato alla luce tre preziosi frammenti di tavolette d’argilla del sovrano assiro Sargon II. I reperti sono stati rinvenuti in fondo a un pozzo nel sito di Karkemish, città-stato ittita che si trova al confine tra Turchia e Siria.

“Ho costruito, aperto nuovi corsi d’acqua, incrementato la produzione di grano, rinforzato le porte con cerniere di bronzo, allargato i granai, costituito un esercito con 50 carri, 200 cavalli, tremila fanti. E ho reso il popolo felice, fiducioso in se stesso” recitano i frammenti scoperti dalla missione archeologica guidata dal professore Nicolò Marchetti e avviata nel 2011. Frasi auto celebrative che esaltano le vittorie militari e la popolazione. Grazie di cuore per questo prezioso regalo, complimenti a tutti coloro che hanno preso parte alle ricerche. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0