Tempo di lettura: 3 Minuti

La parola dell’anno, secondo Oxford, è Post

La parola dell’anno, secondo Oxford, è Post

Inteso nei termini dei social network, ha avuto una diffusione senza precedenti, tanto che il Dictionary l’ha scelta come “parola internazionale dell’

Oggi sarebbe stato l’ultimo giorno di scuola. Che strano giovany
Don Alberto Ravagnani ha portato la Chiesa sui social per avvicinarla ai giovany
Marocco: scuola in rivolta contro due ragazzi che si sono baciati

Inteso nei termini dei social network, ha avuto una diffusione senza precedenti, tanto che il Dictionary l’ha scelta come “parola internazionale dell’anno” per il 2016.

Post: aggettivo che descrive una situazione in cui “i fatti obiettivi sono meno influenti sull’opinione pubblica rispetto agli appelli emotivi e alle convinzioni personali”.

L’Oxford Dictionary, punto di riferimento della lingua anglosassone definisce in tali termini la nuova “parola internazionale dell’anno” per il 2016. Essa è pensata proprio nell’ambito internazionale e nel valore che ha assunti in toni di politica mondiale, come ad esempio Brexit e elezioni Usa, un fenomeno che va dalla politica alla società, dal pubblico al privato, dall’Occidente ai paesi emergenti.

Tale scelta è molto indicativa inoltre di quanto il web e i social siano arrivati a influire nella vita e nel linguaggio comune, a volte anche troppo negativamente, come recentemente indicato dalla falsità di molti post che influenza in modo sbagliato idee e pensieri.

Il Post quindi, da nuovo linguaggio comunicativo a nuovo manifesto di espressione, parola di Oxford.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0