Tempo di lettura: 2 Minuti

Microsoft nella Linux Foundation

Microsoft nella Linux Foundation

L’azienda di Gates entra nella Fondazione del rivale donando 500mila dollari l’anno. Si tratta quindi di un investimento diretto nei progetti del sist

Scimmie clonate in Cina: dal problema scientifico a quello etico
Ricordi Wikileaks? Ecco come stanno andando le cose
Cari writers, trasformiamo i graffiti in arte

L’azienda di Gates entra nella Fondazione del rivale donando 500mila dollari l’anno. Si tratta quindi di un investimento diretto nei progetti del sistema operativo.

E alla fine matrimonio fu. La Microsoft ha deciso di investire dentro Linux, sistema operativo indipendente e open source, che però è sempre disposto a donazioni esterne per migliorarne i vari aspetti. Così il pioniere dei computer punta a intrufolarsi nella società “concorrente” in modo prepotente, spingendosi con oltre 500mila euro l’anno, come membro platinum.

L’idea dichiarata è chiara: contribuire all’avanzamento e sviluppo di progetti open source, garantendo sempre e comunque l’indipendenza e il diritto d’autore che Linux porta avanti come valori determinanti. Si riuscirà a mantenere tali tutti i buoni propositi o sfocerà in una scalata al potere da parte del colosso?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0