Tempo di lettura: 3 Minuti

Il nuovo metodo per “app-licarsi” nello studio della matematica

Nasce la web app che rivoluziona la matematica, ci pensa l'Università di Padova. "La matematica non sarà mai il mio mestiere". Lo cantava Antonello Ve

Da oggi anche in Italia le dirette su Instagram
Tinder si lancia in una versione web
Neve a Fisciano : l’università di Salerno va in tilt

Nasce la web app che rivoluziona la matematica, ci pensa l’Università di Padova.

“La matematica non sarà mai il mio mestiere”.
Lo cantava Antonello Venditti e sono d’accordo con lui i tantissimi studenti alle prese con l’insidiosa trappola del calcolo. Ma ora sembra essere arrivato un aiuto dal cielo, o forse, dovremmo dire dal web.
Nasce dal progetto “I bambini contano” la prima applicazione online per rendere più soft il traumatico apprendimento della matematica, materia incubo delle prove Invalsi.

Eh già, infatti i nostri studenti non sembrano proprio digerire questa disciplina, il 20% di loro la bollano come “la materia più difficile” e ben il 40% confessa di faticare nel seguire i corsi e nello studio a casa.

Ed è proprio a questo proposito che è intervenuta l’Università di Padova che, grazie alla guida della Professoressa Daniela Lucangeli, il supporto della Fondazione Hpnr e i finanziamenti della Fondazione Vodafone ha dato vita a web app che mette pace fra i ragazzi e la matematica.

L’applicazione consentirà infatti agli alunni della scuola primaria e secondaria di accedere a tre diversi processi di apprendimento: una fase iniziale in cui saranno mostrati degli esempi, una successiva interazione con esercizi e infine una valutazione finale tramite una simulazione di gioco.

Il tutto sarà monitorato passo dopo passo da un docente-operatore che potrà tener conto degli accessi effettuati, degli errori e usufruire dei report statistici.

Che la matematica sia destinata a diventare un gioco da ragazzi?

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0