Tempo di lettura: 2 Minuti

La Scuola degli studenti-atleti

Parte la sperimentazione didattica per gli studenti-altleti. È l'ultima nota del Miur e si propone di raggiungere un nuovo e importante obiettivo: sup

A Siena il tema dello sport come cambiamento del mondo
“ Top Sport ”: l’Università di Trento apre le porte agli sportivi professionisti
L’Università di Bari come i campus americani

Parte la sperimentazione didattica per gli studenti-altleti.

È l’ultima nota del Miur e si propone di raggiungere un nuovo e importante obiettivo: superare le difficoltà ancora presenti nella formazione scolastica degli studenti-atleti.

In sintesi: “Un programma sperimentale mirato ad individuare un modello di formazione per sviluppare una didattica innovativa supportata dalle tecnologia e digitali e relativa valutazione, dedicata a tutti gli studenti atleti di alto livello iscritti negli Istituti secondari di grado statali e paritarie del territorio nazionale”.

La nuova proposta consisterà nel permettere alle strutture scolastiche di redigere un Progetto Formativo Personalizzato in accordo con il Consiglio di classe in cui saranno nominati dalla Federazione sportiva, due responsabili: un tutor esterno o sportivo e un tutor interno o scolastico.
Inoltre, sarà resa disponibile dalla Lega Serie A una piattaforma e-learning completamente gratuita come appoggio a tutti gli studenti coinvolti nel progetto e per i docenti saranno invece fatti partire dei corsi di formazione direttamente dal Miur.

Agli istituti interessati sarà possibile presentare una richiesta di ammissione che verrà successivamente vagliata dalla commissione ministeriale formata dal MIUR, CONI, CIP e dalla Lega Serie A.

La scadenza per l’invio della domanda è prevista per il 16 dicembre 2016 entro le ore 23.59 fino ad esaurimento posti.

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0