Tempo di lettura: 3 Minuti

Latina: la giornata mondiale per la lotta all’AIDS

Latina: la giornata mondiale per la lotta all’AIDS

Università e Comune insieme per combattere l'ignoranza. A Latina si torna a parlare di uno degli argomenti più spinosi, l'Aids, e questa volta si parl

Le Donne in Rete
La comunità di Sant’Egidio
L’uomo più odiato dell’anno

Università e Comune insieme per combattere l’ignoranza.

A Latina si torna a parlare di uno degli argomenti più spinosi, l’Aids, e questa volta si parla direttamente ai ragazzi.

Il comune della città in collaborazione con la Facoltà di Medicina del Polo Pontino della Sapienza e l’Asl sono i promotori di della Giornata mondiale per la lotta all’AIDS che avrà luogo giovedì primo dicembre.

“L’evento è rivolto alla cittadinanza tutta e agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori e dell’Università” spiega il professor Lendaro e punta ad una maggior sensibilizzazione e conoscenza di un argomento tanto importante ma nonostante ciò troppo spesso taciuto.

Dal 28 novembre al 2 dicembre sarà inoltre possibile presso il Centro di Malattie Infettive dell’ospedale di Latina
eseguire i test per l’HIV e HCV gratuitamente grazie alla settimana dell’HIV testing week.
Secondo i più recenti sondaggi, la prevenzione di queste malattie non è sufficientemente promossa e rischia di creare, o quantomeno non impedire, comportamenti scorretti, una delle cause principali di contagio.

“Nella maggioranza dei casi -spiega Claudio Mastroianni, infettivologol’infezione viene contratta per via sessuale senza nessuna percezione del rischio. Due pazienti su tre sono giovani sotto i trent’anni r hanno contratto l’infrazione molto anni prima. Spesso la diagnosi è tardiva. Oggi eseguire il test Hiv e iniziare le scuse necessari rappresenta una valida forma di prevenzione sia della malattia conclamata che della diffusione dell’infezione alla popolazione generale”.

Quella promossa a Latina sarà dunque un’iniziativa a tutto tondo che non si limiterà alla sola informazione ma coinvolgerà attivamente studenti e cittadini per un’esperienza unica e intensa.
Perché la conoscenza è potere, si, potere di cambiare le cose.

Di Laura Messedaglia

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0