Tempo di lettura: 3 Minuti

Questa, è una protesta! Chapeau agli studenti di Torino

Coperte, plaid e sciarponi le “armi” dei ragazzi del Regina Margherita in sciopero. Aule fredde e termosifoni che non funzionano. Succede a Torino, pr

Fissato per il 24 maggio un secondo “Global Strike” per il clima
Libri universitari: fotocopiarli o comprarli, è questo il problema
L’Italia si prepara alla scuola del futuro col Programma Nazionale di Riforme

Coperte, plaid e sciarponi le “armi” dei ragazzi del Regina Margherita in sciopero.

Aule fredde e termosifoni che non funzionano.

Succede a Torino, precisamente al Liceo Regina Margherita dove stamattina i ragazzi non hanno fatto lezione ma si sono ritrovati nei corridoi, armati di giacconi, sciarpe e coperte per protestare.

Secondo gli studenti questa storia va avanti da troppo tempo, i termosifoni sono sempre freddi, tiepidi al massimo e fare lezione è impossibile. I tecnici erano già stati avvertiti e più volte sono intervenuti senza cambiare nulla, il che vuol dire che il riscaldamento era acceso solo quattro ore al giorno, impedendo che la struttura venisse riscaldata a dovere.

La protesta ha avuto i suoi frutti, da oggi infatti i termosifoni dovrebbero essere funzionanti sin dalle quattro del mattino per garantire un po’ di calore.

Diciamocelo, di mattina è già difficile lasciare il piumone, figuriamoci se a scuola fa freddo.

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0