Tempo di lettura: 2 Minuti

Investimenti per migliorare l’Università: siamo a Bologna

Nuovo campus, più spazio alla ricerca, più posti per studiare, come sarà l’Alma Mater Studiorum tra qualche anno. La più antica università dell’Occide

Università di Palermo: tra le prime 500 in classifica nel ranking mondiale

UniTorino: sconti sulle tasse universitarie, ma non per i fuoricorso
Non sai che fare il sabato sera? Chiedilo a Spotlime, l’applicazione che ti organizza le serate!

Nuovo campus, più spazio alla ricerca, più posti per studiare, come sarà l’Alma Mater Studiorum tra qualche anno.

La più antica università dell’Occidente, quella di Bologna, sta mettendo insieme i fondi per rinnovarsi. Step necessario quando gli iscritti sono quasi 85.000 e i corsi di laurea sono circa 210, equamente divisi tra magistrali e triennali.

Il rinnovamento investirà l’ingrandimento dei campus e l’attenzione all’omogeneità. Sappiamo che Bologna è una grande città universitaria, con le sedi dell’ateneo sparse per tutto il centro e non. Gli spazi saranno ampliati, dalla creazione di nuovi posti studio in aule e biblioteche alla riqualificazione dei vecchi edifici.

I fondi stanziati direttamente dall’università ammontano a circa 130 Milioni che si uniscono ad altri fondi per arrivare a circa 256 Milioni totali per avere i lavori finiti entro il 2021. 

La ristrutturazione non comprenderà solo il campus “itinerante” di Bologna ma anche quelli di Forlì, Cesena e gli altri sparsi per la regione.

L’università di Bologna è quasi sempre presente nelle classifiche europee degli atenei ed è una delle migliori in Italia: diciamo che così scalerà di qualche posizione.

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0