Tempo di lettura: 1 Minuti

Perché Instagram è cambiato? È colpa del successo

L’evoluzione del social nell’ultimo anno non è stata casuale, ma dovuta alla crescita degli utenti e la concorrenza sempre più agguerrita. Una volta I

2019, il Best of di Giulio Rinaldi
Esorcismo, i nuovi corsi del Miur per salvarci dal ritorno di Satana!
Resto al Sud, l’incentivo per gli under 36 che investono sul Meridione

L’evoluzione del social nell’ultimo anno non è stata casuale, ma dovuta alla crescita degli utenti e la concorrenza sempre più agguerrita.

Una volta Instagram era un luogo dove esprimere attraverso le foto i momenti istantanei della nostra vita, una piattaforma molto diretta su cui postare il proprio materiale, e sì, c’erano i filtri, ma non ci si soffermava troppo. Poi è arrivato il successo planetario che ovviamente ha spinto su di esso celebrità, marchi e pubblicità, rendendo necessario per ogni utente a puntare sempre più verso la perfezione dei propri scatti, a collezionare maggiormente i famosi “cuori”.

Ma tutto ciò non bastava, perché il mondo della fotografia social ha attratto sul mercato delle app nuovi temibili rivali, e Instagram ha cominciato a vedere il proprio volume di contenuti scendere a favore di un nemico in particolare, Snapchat, dove l’immediatezza di molte foto in più momenti della giornata rendeva tutto più semplice.

E così nell’arco degli ultimi due anni, a fronte di questa serie di evoluzioni, una dietro l’altra, si è arrivati a Instagram Stories, che di fatto è stato il colpo di grazia nella trasformazione, e in un certo senso snaturalizzazione, del prodotto Istagram. Ispirarsi alla commercializzazione e alle idee della concorrenza per crescere sempre di più, vero, ma quanta originalità ha perso per strada?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0