Tempo di lettura: 3 Minuti

All’Enrico Fermi va in scena “la notte del liceo classico”

L'istituto di Cecina ha dato vita ad un evento che, ormai, è diventato un culto per gli studenti. "La notte del liceo classico" è un evento che si col

#FacceCaso VLOG: A Night With James Da Cruz
Biella, finalmente arriva la facoltà di Giurisprudenza!
Dal 2019 all’anno nuovo all’insegna del digiuno col TG USA 2.020

L’istituto di Cecina ha dato vita ad un evento che, ormai, è diventato un culto per gli studenti.

“La notte del liceo classico” è un evento che si colloca nel mese di gennaio, ormai da 3 anni, coinvolgendo professori e alunni di tutti i licei classici italiani.

Nel liceo classico Enrico Fermi di Cecina si è celebrata il 13 gennaio, in quella serata la scuola ha cambiato vestito, un atrio destinato ai ricevimenti dei genitori si è trasformato in un palcoscenico con tanto di luci, microfoni e scenografie. I giorni precedenti alla serata sono stati interamente dedicati alle prove, sia per ricordarsi le battute sia per combattere quel filo di timidezza che si cela dentro di noi quando sentiamo rimbombare la nostra voce nelle casse. Un’aula si è trasformata in un banchetto medievale mentre altre ragazze inscenavano la vita di donne rivoluzionarie i cui nomi sono scritti su tutti i libri di storia e incisi in qualche tavoletta d’argilla.

L’evento consiste nella recitazione di 5 scenette (una per classe) riguardanti gli argomenti scolastici studiati fino a quel momento oppure c’è anche chi si è cimentato nello scrivere una tragedia greca ispirata ad opere scritte dai più grandi autori classici. Ovviamente, la serata è stata all’insegna del divertimento quindi tutto era sotto forma di parodia. E chi se lo sarebbe mai aspettato che mi sarei ritrovata a fare parte dei compagni di Ulisse? In prima lo studio dei testi tratta dei poemi omerici e così abbiamo deciso di inscenare la parodia dell’Odissea, scritta con tanta disinvoltura da Omero in un tema in classe. Ogni scenetta è stata intramezzata da discorsi di autorità locali o vecchi studenti dell’istituto. Si tratta di un evento per guardare il liceo classico da un altro punto di vista, per rendere bugiardo chi lo giudica estremamente antiquato e inutile per un futuro lavoro, è proprio questo l’obiettivo.

Di Claudia Biasci

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0