Tempo di lettura: 3 Minuti

Ma ci senti? Ecco perchè noi ragazzi rischiamo di perdere l’udito

Ma ci senti? Ecco perchè noi ragazzi rischiamo di perdere l’udito

Siamo noi la generazione cresciuta con le cuffiette nelle orecchie e siamo noi la generazione che rischia di perdere parte dell’udito in un’età troppo

Black Friday starter pack 
Roma, suicidio a scuola: storia di una tragedia senza senso
L’importanza di andare oltre ogni tipo di discriminazione a scuola

Siamo noi la generazione cresciuta con le cuffiette nelle orecchie e siamo noi la generazione che rischia di perdere parte dell’udito in un’età troppo precoce rispetto ai canoni del passato.

La società francese Jna, che si occupa di informare e prevenire in merito all’udito, ha fatto suonare un campanello d’allarme per tutti i ragazzi che fanno uso spropositato dei decibel.
L’OMS, organizzazione mondiale della sanità, ha emanato la lista delle soglie dei decibel idonee. Il minimo dovrebbe essere 60 ed i minuti durante i quali si ascolta la musica con delle cuffiette nella giornata altrettanti.

Altri studi pensano che la soglia di 60 sia eccessiva e che ci si possa limitare anche a 80. Il problema reale è che la soglia del dolore è di 120, per alcune persone anche di 150, quindi non ci si rende immediatamente conto dei danni che si stanno recando al proprio udito superando la soglia consentita.
Oltre all’utilizzo degli auricolari, importanti nella questione delle diminuzione dell’udito sono i volumi che utilizzano le varie discoteche. I giovani spesso trascorrono lunghe ore in questi luoghi sottoponendo le proprie orecchie a delle tonalità non sempre idonee. Il limite infatti che dovrebbe essere rispettato è di 105 decibel, o 120 in altri casi, ma purtroppo non sempre le norme vengono applicate correttamente.

La ricerca “Eurotrack 2015” ha stabilito che in Italia un decimo dei ragazzi avrà problemi di udito ed un altro preoccupante dato è che il 4,2% dei ragazzi non sente bene (a dispetto del 3% di un’indagine svolta tre anni prima).

È importante non fare allarmismi, ma per assicurarci che non ci si abbassi l’udito prima del dovuto, sarebbe opportuno prendere dei piccoli accorgimenti quando ascoltiamo la musica o quando andiamo in discoteca.

Consigli medici indicano infatti che sarebbe una buona soluzione quella di prendere una pausa di un quarto d’ora per ogni ora e mezza che si trascorre all’interno di una discoteca o di un luogo in cui la musica è troppo alta.

FacceCaso.

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0