Tempo di lettura: 3 Minuti

Uno Shazam per l’arte: Smartify!

Uno Shazam per l’arte: Smartify!

Con la stessa funzionalità della nota app musicale, questa innovazione riconosce le opere artistiche indicando informazioni a riguardo. “Madonna come

Un bel cambiamento per Spotify
Gli effetti della Digital Transformation: nuove opportunità per i giovani!
I giovani e i farmaci antidepressivi

Con la stessa funzionalità della nota app musicale, questa innovazione riconosce le opere artistiche indicando informazioni a riguardo.

“Madonna come si chiama l’autore! L’ho visto e studiato mille volte, mi pare sia Impressionismo, ma che nome ha?”. Non sono impazzito eh, e soprattutto non è solo un discorso mio, perché quante volte vi è capitato di non ricordarvi il nome del quadro, statua, monumento che state guardando, nonostante siete sicuri di conoscerlo, o magari solo la curiosità per qualcosa di mai visto.

E allora cellulare in mano nella disperata ricerca su Google, provando a risalire tramite improbabili parole chiave: “autore drogato francese”, “orecchio mozzato”, “statua mitologia greca del ‘600”, continuando così all’infinito. Adesso questo problema è risolto,

perché da Maggio sarà diffusa Smartify, un’applicazione per Android ed Apple che funziona con lo stesso meccanismo di Shazam, ossia il riconoscimento. La piattaforma si propone come curatore d’arte virtuale, capace di risolvere i vostri dubbi artistici eseguendo la scansione di ciò che osservato, e successivamente mostrando una scheda a riguardo, con informazioni tecniche, critiche , autore e periodo storico.

Inizialmente ingloberà le opere del Rijksmuseum di Amsterdam, di The Wallace Collection di Londra, così come opere selezionate dal Louvre di Parigi e dal Met di New York, ma le aggiunte dai musei e collezioni private in tutto il mondo non tarderà, offrendo così un piano artistico totale.
Bella l’idea, intelligente la realizzazione, ma soprattutto un problema in meno per noi!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0