Tempo di lettura: 2 Minuti

Pon Scuola, stanziati 40 milioni per l’orientamento

Corsa ai ripari per mettere un freno al preoccupante abbandono precoce degli studi da parte dei ragazzi: il Ministro dell’Istruzione decide di interve

Caffè, tutta salute! Ecco gli effetti anti cancro
Legnago, ecco Scot, il cane anti-assenze
Moderatori di Facebook a rischio?

Corsa ai ripari per mettere un freno al preoccupante abbandono precoce degli studi da parte dei ragazzi: il Ministro dell’Istruzione decide di intervenire con un aiuto economico per rafforzare le attività di orientamento.

Novità in arrivo per il risanamento della scuola italiana e per dare un’immediata risposta alla preoccupante e incessante tendenza dell’abbandono precoce degli studi scolastici.

Il Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha infatti stanziato un fondo di 40 milioni di Euro all’interno del Piano Operativo Nazionale finalizzato a rafforzare l’orientamento scolastico e universitario. I fondi stanziati saranno disponibili per ogni scuola che presenterà un adeguato programma con il quale si impegna ad organizzare eventi diretti al far conoscere agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado le offerte formative scolastiche ed universitarie disponibili, per far sì che i ragazzi facciano scelte il più possibili attinenti con i propri interessi e la propria vocazione.

Gli eventi che ogni scuola potrà organizzare potranno essere di diverso tipo:

  • Incontri tematici sull’orientamento;
  • Incontri tra studenti più grandi in grado raccontare il proprio percorso di studi;
  • Laboratori per lo sviluppo delle vocazioni e per educare alle scelte;
  • Visite dirette presso istituti scolastici, tecnici ed università, al fine di toccare con mano anticipatamente la strada che sceglieranno;
  • Incontri per spiegare e avvicinare al mondo del lavoro.

L’orientamento scolastico è un fattore strategico di sviluppo. È fondamentale per la costruzione del futuro delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, per educarli a fare scelte consapevoli, a riconoscere le loro inclinazioni, a sviluppare i loro talenti. L’orientamento è essenziale per la prevenzione della dispersione e dell’abbandono scolastico, per garantire le migliori opportunità di crescita culturale, economica e sociale alle nuove generazioni. Tutte le attività proposte dovranno guardare anche al superamento degli stereotipi che caratterizzano le scelte formative e lavorative delle studentesse, in un’ottica di promozione delle pari opportunità”.

Questo è quanto sottolinea il Ministro Fedeli pubblicando tale quarto bando PON (dall’inizio del 2017) che consente agli istituti scolastici di candidarsi presentando un adeguato progetto che preveda moduli di 30 ore.

La somma disponibile per ogni scuola è pari a 18.000 Euro; i singoli progetti potranno essere inviati a partire dal 27 marzo 2017 al 18 maggio 2017, seguendo le modalità previste dal bando consultabile QUI.

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0