Tempo di lettura: 3 Minuti

Preoccupante il Rapporto Visentini sul 2017 per i ragazzi

Preoccupante il Rapporto Visentini sul 2017 per i ragazzi

Tagliare le pensioni per le politiche giovanili? Una delle soluzioni ad un problema ben più grande Ieri c'è stato un evento in Aula Magna, all’univer

La crisi dei fuori sede: oltre l’80% del loro budget va negli affitti
Regali di Natale in Cina? Il miglior Paese in cui ogni desiderio può diventare realtà!
Rino Gaetano Day 2019: tra l’odio e l’amore degli abitanti di Monte Sacro

Tagliare le pensioni per le politiche giovanili? Una delle soluzioni ad un problema ben più grande

Ieri c’è stato un evento in Aula Magna, all’università. La Fondazione Visentini ha presentato il rapporto 2017 nella sede di Viale Pola della LUISS, un rapporto che descrive il ricambio generazionale e il rapporto dei giovani italiani ed europei. Le notizie non sono state così buone.

Se nel 2004 un giovane, per costruire una vita indipendente impiegava circa 10 anni nel 2020 ci metteranno 18 anni e nel 2030 circa 28. Il che vuol dire che se io a 20 anni inizio a costruirmi un futuro, più o meno finirò a 40 anni. E non è una bella cosa.

Lo stato non aiuta, gli incentivi ai giovani sono sempre di meno; la soluzione sarebbe quella di cambiare il sistema delle pensioni per permettere ai meno giovani di aiutare i ragazzi. Potrebbe essere una soluzione anche per i NEET che sembrano non accennare a scendere di numero.
Soluzioni che verranno mai adottate? Non lo so, io proverò a metterci meno di 18 anni, e voi?

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0