Tempo di lettura: 2 Minuti



Amatrice: i container colorati della scuola trentina lasceranno spazio all’edificio della Ferrari



Amatrice: i container colorati della scuola trentina lasceranno spazio all’edificio della Ferrari

La Ferrari, guidata da Sergio Marchionne, darà vita ad un liceo Scientifico Sportivo e spazzerà via per sempre i container colorati del Trentino. #Fac

Amatrice: nasce il giornalino scolastico per i Giovany
Il sistema scuola ha retto al terremoto del Centro Italia: il “tasso di autocontenimento” non crolla
Gita a Firenze per i ragazzi di Amatrice

La Ferrari, guidata da Sergio Marchionne, darà vita ad un liceo Scientifico Sportivo e spazzerà via per sempre i container colorati del Trentino. #FacceCaso.

La scuola trentina di Amatrice, costruita in tempo record, simbolo di generosità, efficienza e solidarietà, verrà smantellata altrettanto velocemente: a giugno la scuola lascerà spazio a una nuova struttura decisamente più sicura.

La notizia è stata data qualche giorno fa dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi: “Un sindaco Deve pensare al futuro: il futuro passa da questo liceo, che non sarà questo, perché qui dal 1 giugno partiranno i lavori di costruzione di tutto il complesso nuovo che sarà pronto a settembre. Questi ragazzi staranno in strutture non sicure ma di più, lo assicuro come sindaco, È un obbligo morale mio, del governo e del commissario. Oggi è una delle più belle giornate dal 24 agosto E quindi liceo si chiamerà ’24 agosto’ ”.

La Ferrari, guidata da Sergio Marchionne, darà vita ad un liceo Scientifico Sportivo e spazzerà via per sempre i container colorati del Trentino.

Il presidente Ugo Rossi ha subito cercato di rassicurare: “Ho sentito telefonicamente il commissario per la ricostruzione Vasco Errani dopo le affermazioni del sindaco Pirozzi, per sapere del destino della scuola costruita da noi e mi ha rassicurato circa il fatto che non verrà demolita. Inoltre mi ha detto che sentirà il sindaco per definire la questione”.

Il sindaco Sergio Pirozzi conferma che l’edificio costruito dai trentini non resterà più lì. “Un sindaco che ha subito una distruzione non può distruggere le cose regalate. Tuttavia la struttura verrà smantellata e ridata alla Protezione civile trentina, che potrà riutilizzarla dove ci sarà bisogno. La gratitudine verso il Trentino resta intatta, ma l’offerta della Ferrari, che ha chiesto di costruire un liceo vero proprio, non si poteva rifiutare”. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0