Ragazzi gay massacrati di botte all’uscita dalla discoteca.

Ragazzi gay massacrati di botte all’uscita dalla discoteca.

Sono stati arrestati otto ragazzini tra i 15 e i 19 anni accusati di aggressione di matrice omofoba. Omofobia. Si parla di ragazzi gay e violenza. L

Caro università: Messina la più cara in Sicilia
Giovani scrittori scaldate le penne, torna “In 3 Parole”
Vediamo come ha funzionato il PNDS a due anni dalla Riforma della Buona Scuola

Sono stati arrestati otto ragazzini tra i 15 e i 19 anni accusati di aggressione di matrice omofoba.

Omofobia. Si parla di ragazzi gay e violenza.

La notte del 22 Gennaio scorso, all’uscita dalla discoteca due giovani ragazzi gay erano stati aggrediti a Milano intorno alle quattro del mattino.

La buona notizia è che gli aggressori sono stati trovati dai Carabinieri grazie al supporto digitale dei filmati delle telecamere che erano riuscite a registrare tutto.

I due ragazzi erano stati picchiati a suon di calci e pugni, derubati e offesi pesantemente. I due hanno riportato molte ferite, la rottura del naso per uno e la frattura scomposta di una spalla per l’altro. Sono sicuri che si sia trattato di un’aggressione omofoba e che gli aggressori non fossero intenzionati a rubare ciò che avevano addosso.

Gli arrestati sono otto ragazzi giovanissimi, tutti italiani, compresi tra i 15 e i 19 anni, la maggior parte dei quali minorenni.

Tutti tranne uno erano già conosciuti dalla giustizia, nel senso che avevano già riportato condanne e denunce per atti simili.

Questi ragazzi sono tutti accomunati dal fatto di vivere in contesti economici e sociali complicati nella periferia milanese del Corvetto.

I due ragazzi aggrediti si dicono sollevati dall’arresto dei piccoli criminali e dicono di essere contenti del fatto che ora non possano più fare del male a nessuno.

Per fortuna che gli aggressori non l’hanno passata liscia, ora se la dovranno vedere con i giudici.

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0