Tempo di lettura: 3 Minuti

La scuola medie di Branchette di nuovo vittima di incendio

La scuola medie di Branchette di nuovo vittima di incendio

Ieri, attraverso il profilo Facebook ufficiale, la scuola di Branchette aveva comunicato la riapertura delle lezioni proprio nel plesso B. Poi l’incen

Manda le tue foto di nudo a Facebook, le userà per proteggerti
A scuola valgono le disuguaglianze: cronaca di un sistema ancora schiavo delle classi sociali
Scuola digitale: il ministro Fedeli diche che si è sulla buona strada, ma che sono pronti nuovi investimenti per migliorare ulteriormente

Ieri, attraverso il profilo Facebook ufficiale, la scuola di Branchette aveva comunicato la riapertura delle lezioni proprio nel plesso B. Poi l’incendio. #FacceCaso.

Oggi mercoledì 24 maggio, i 278 studenti delle scuole medie di Branchette (Torino) sarebbero dovuti tornare  scuola. La struttura era stata incendiata durante la notte tra sabato e domenica.

Questa notte però, gli incendiari hanno colpito nuovamente dando fuoco a tutti i computer del plesso B, dove si sarebbero dovute svolgere le lezioni.

Ieri, attraverso il profilo Facebook ufficiale, la scuola di Branchette aveva comunicato la riapertura delle lezioni proprio nel plesso B.

“I danni sono ingentissimi, hanno distrutto tutti i computer e le lavagne elettroniche. È un gesto vile ma non ci vogliamo arrendere e troveremo soluzioni immediate per garantire le lezioni, almeno alle terze impegnate per l’esame di Stato”. Ha commentato Marzia Niccoli, preside dell’istituto comprensivo di Pavone Canavese da cui dipende il plesso.

Alessandro Galli, responsabile delle indagini e i vigili del fuoco questa mattina hanno effettuato un sopralluogo. “Siamo all’inizio e si indaga su più fronti, dentro e fuori la scuola”.

Il preside spiega. “Lo facciamo non tanto per informare ma per un presidio”. Spiega il preside. “Per dire noi ci siamo. È chiaro che chi ha agito conosce bene la scuola ed evidentemente voleva colpirci, ma non ci facciamo intimorire”. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0