Tempo di lettura: 2 Minuti

Maturità alle porte… e il programma di storia viene lasciato a metà

Maturità alle porte… e il programma di storia viene lasciato a metà

Questo il risultato del sondaggio pubblicato da “Skuola.net” che rivela una carenza nella conclusione del programma di storia per gli studenti che si

Carriera sportiva e carriera scolastica: possono andare d’accordo?
Alternanza scuola lavoro, aumento ore negli istituti tecnici?
Irregolare anche il test dell’Università di Pisa ma l’Ateneo fa finta di niente

Questo il risultato del sondaggio pubblicato da “Skuola.net” che rivela una carenza nella conclusione del programma di storia per gli studenti che si accingeranno a svolgere la maturità.

Diciamocelo, è praticamente impossibile arrivare preparati al 100% alla maturità. Troppe materie diverse tra loro da ripassare da cima a fondo in poco tempo…quando il programma è stato terminato. E se non fosse ancora stato affrontato tutto?

Lo ha chiesto un sondaggio di “Skuola.net” riguardo alla Storia, una di quelle materie fondamentali per riuscire a fare quei collegamenti interdisciplinari e mostrare quella conoscenza di ampia veduta molto apprezzati dalla commissione, ma allo stesso tempo materia spesso “odiata” dagli studenti.

Dalle risposte dei mille ragazzi che hanno partecipato e che dovranno svolgere quest’anno la maturità, risulta una grave carenza di conoscenza della materia che, tuttavia, non li preoccupa più di tanto. Il periodo dove si registra maggiore insicurezza è la storia moderna, il ‘900, fondamentale per fare riferimenti nei temi di attualità.

Infatti, il 43% dei maturandi ha affermato di non aver terminato il programma di storia, non arrivando quindi ad esaurire la parte della storia moderna: di questi il 24% deve ancora arrivare alla Seconda Guerra Mondiale, il 10% non la affronterà, fermandosi tra la prima e la seconda e addirittura il 9% non ha ancora affrontato nemmeno la Prima Guerra Mondiale.

Seguici su INSTAGRAM ‼️ www.instagram.com/faccecaso

Dalle statistiche risulta quindi che solo il 57% dei prossimi maturandi ha studiato tutto il programma di storia sino a quella moderna.

Se ad un primo sguardo la situazione potrebbe risultare preoccupante, questa non sembra essere tale per gli stessi studenti, perché in pochi si destreggeranno con il tema storico, giudicato spesso troppo difficile, anche se proposto con forza dal Miur negli ultimi anni.

La maggior parte dei ragazzi già propende per l’analisi del testo o per il saggio breve.
Non tutti però hanno già preso questa decisione e, per non precludersi alcuna possibilità o per mero interesse e cultura personale, si metteranno sui libri da soli per recuperare la parte di programma non affrontata in classe, anche utilizzando letture aggiuntive consigliate dagli stessi professori.

Se la storia non piace granché ai ragazzi, con i risultati che abbiamo appena illustrato,

non se la passa bene nemmeno l’Italiano: solo il 28% ha terminato il programma, arrivando a studiare anche gli autori contemporanei, di grande appeal per il Miur, come dimostrano le tracce di analisi del testo degli ultimi anni.

Come detto all’inizio, è impossibile studiare tutto di tutto, ma almeno fatevi furbi e date un’occhiata agli argomenti che potrebbero essere di maggiore interesse, quelli collegati agli avvenimenti recenti.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0