Tempo di lettura: 2 Minuti

Bufera a Tor Vergata per abusi del rettore: minacce a ricercatori

Bufera a Tor Vergata per abusi del rettore: minacce a ricercatori

Tutto per un ricorso (giusto) al TAR per la scorrettezza nelle assunzioni dei docenti. Un rettore dovrebbe tenere alla sua università più di ogni alt

Professore molestatore condannato a 11 mesi
Omicidio-suicidio all’UCLA
La parabola discendente del Rettore di Brescia

Tutto per un ricorso (giusto) al TAR per la scorrettezza nelle assunzioni dei docenti.

Un rettore dovrebbe tenere alla sua università più di ogni altra cosa. Ma a Tor Vergata sembra che questo pensiero non valga più di tanto.

Si sta scatenando una bufera, infatti, attorno al Rettore Giuseppe Novelli al centro di uno scandalo insieme a due ricercatori universitari.

Cos’è successo?

Ha abusato del suo ruolo per convincere i due ricercatori a ritirare il ricorso presentato al TAR su delle nomine di docenti considerate illegittime.

Entrambi gli aspiranti professori hanno una storia attiva all’interno dell’università,

  1. uno è avvocato amministrativista
  2. l’altro è chirurgo dell’apparato digerente.

Tutti e due hanno l’abilitazione a professori di prima fascia. Per aver minacciato o cercato di persuadere i due giovani a ritirare il ricorso il rettore rischia il processo.

Le prove sono schiaccianti però, perché i due denuncianti hanno registrato i colloqui con il professore in cui venivano anche minacciati di non poter mai raggiungere il ruolo di professori nell’ateneo finché il rettore fosse stato lui.

In un colloquio, ad esempio, il rettore mostrava “preoccupazione” per la bufera di scandalo che si sarebbe creata attorno all’ateneo e alla sua persona. La denuncia avrebbe coinvolto circa 57 persone che nel frattempo erano state assunte come professori.

Non vedere il proprio ruolo sminuito o evitare le conseguenze dell’irregolarità nelle assunzioni erano gli obiettivi principali di Novelli che tentava in tutto e per tutto di usare tutti i poteri di cui dispone in qualità di carica più alta all’interno dell’Università di Tor Vergata.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0