Tempo di lettura: 3 Minuti

Vediamo come ha funzionato il PNDS a due anni dalla Riforma della Buona Scuola

Vediamo come ha funzionato il PNDS a due anni dalla Riforma della Buona Scuola

Il Piano Nazionale Scuola Digitale si è concretizzato in alcuni aspetti, ma per altri siamo ancora molto lontani dall’obiettivo. Il PNDS (Piano Nazio

Una scuola per i terremotati costruita da IKEA!
VIAGGIA CON NOI: EP. 3- LE ISOLE GRECHE
Liceo Garibaldi di Napoli in protesta contro l’alternanza

Il Piano Nazionale Scuola Digitale si è concretizzato in alcuni aspetti, ma per altri siamo ancora molto lontani dall’obiettivo.

Il PNDS (Piano Nazionale Scuola Digitale) è un documento previsto dalla riforma della Buona Scuola voluta dal Governo Renzi nel 2015. Si tratta di un piano che ha lo scopo di guidare le scuole in un percorso di innovazione digitale.

Il PNDS è composto da 35 punti che in parte sono già stati realizzati e in parte ancora no. Il programma è cospicuo ed ha bisogno di tempo per essere realizzato nella sua interezza. Per rendere concreto il progetto era stato stanziato un miliardo di euro dai fondi strutturali europei.

Il PNDS è un piano pluriennale e la previsione è quella che venga applicato completamente entro il 2020.

Ora vediamo cosa effettivamente ha già cominciato a funzionare. Sicuramente il numero di insegnanti competenti in tecnologie applicate alla didattica è aumentato molto e continua ad aumentare.

Il cosiddetto SPID (associare un profilo digitale ad ogni persona nella scuola) è stato attivato. Gli strumenti per l’attivazione di Atelier creativi sono già stati attivati durante l’anno scolastico. E molti bandi, decisioni ed innovazioni sono già entrate all’interno delle nostre scuole nel corso degli ultimi due anni.

Se guardiamo l’altro lato della medaglia, però, ci rendiamo conto di come le scuole siano ancora indietro rispetto a molti obiettivi enunciati nel PNDS. Per esempio non sono ancora stati erogati i mille euro per gli animatori digitali.

Oppure non sono ancora stati rivisti i programmi di tecnologia nelle scuole secondarie di secondo grado. O ancora, non si è parlato di curriculi digitali.

E voi? Li vedete gli effetti del PNDS nelle vostre scuole?

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0