Tempo di lettura: 1 Minuti

Erasmus+: nuove mete oltre l’Europa

Erasmus+: nuove mete oltre l’Europa

Erasmus+ approva nuove mete per il biennio 2017-2019: Georgia, Thailandia, Etiopia, Tunisia. #FacceCaso. L’agenzia nazionale Erasmus+ ha appena appro

Pubblici i dati del MIUR sulla sismicità degli edifici scolastici, le notizie non sono delle migliori
Telefoni Huawei: addio Google!
MIT technology review: sul palco tre italiani

Erasmus+ approva nuove mete per il biennio 2017-2019: Georgia, Thailandia, Etiopia, Tunisia. #FacceCaso.

L’agenzia nazionale Erasmus+ ha appena approvato la proposta dell’Università di Pisa di aprire le porte per i Paesi ‘oltre l’Europa’. Tra le nuove mete del biennio 2017-2019: Georgia, Thailandia, Etiopia, Tunisia.

Finanziate un totale di 100 mobilità, di cui 49 borse per studenti ‘incoming’, 35 borse per staff ‘incoming’ e 16 borse per personale docente ‘outgoing’.

“Pensiamo di aver raggiunto un risultato molto positivo. Nel prossimo biennio potremo contare su un finanziamento di circa 360mila euro che ci consentirà di proseguire o iniziare percorsi di internazionalizzazione e di possibile cooperazione scientifica con diversi Paesi considerati importanti per le strategie di internazionalizzazione dell’Ateneo.

Il finanziamento ci permetterà di continuare il lavoro intrapreso con le precedenti progettualità e di rendere sempre più rilevante la presenza del nostro Ateneo in diverse aree geografiche”. Ha commentato Francesco Marcelloni, delegato all’Internazionalizzazione dell’Ateneo.

Attraverso l’azione ‘Mobilità internazionale per crediti’ KA 107, gli istituti di istruzione superiore europei possono candidarsi presso le rispettive agenzie nazionali per istituire accordi di mobilità con le loro controparti in paesi partner in tutto il mondo.

L’obiettivo resta quello di attrarre studenti e docenti verso le università europee, sostenendolo nella competizione con il mercato mondiale dell’istruzione superiore.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0